Iscriviti

BCE: la Troika non si tocca

Il policymaker della BCE Joerg Asmussen respinge l'invito a sciogliere la Troika.

Economia e Finanza
Pubblicato il 24 luglio 2013, alle ore 14:49

Mi piace
0
0
BCE: la Troika non si tocca
Pubblicità

(da Reuters) – Il policymaker della BCE Joerg Asmussen ha respinto  l’invito del commissario Ue alla Giustizia di sciogliere la “Troika” (Commissione Europea, BCE e Fondo Monetario Internazionale).

Il Commissario Viviane Reding, ha dichiarato “il tempo della troika è finito”, sostenendo che in futuro l’Europa deve risolvere i suoi problemi senza il FMI.

Ma Asmussen, membro del Comitato esecutivo della BCE, ha detto che non c’è altra scelta per il momento.

“Non vi è, nel breve termine, nessuna alternativa funzionale alla Troika”, ha detto all’edizione online del quotidiano Rheinische Post.

“La Troika funziona bene se sta unita, come si vede sul terreno di Atene, per esempio,” ha detto. “Non c’è ragione, nel bel mezzo della crisi, per cambiare questa struttura consolidata.”

Nel lungo termine, altre alternative europee potrebbero essere considerate.

La Troika negozia con i paesi in crisi, come la Grecia, il Portogallo e l’Irlanda, sulle misure di austerità e sulle riforme devono impegnarsi a mettere in atto in cambio dei salvataggi finanziari. Essa controlla inoltre l’attuazione di tali misure.

Germania e Finlandia hanno insistito sul coinvolgimento del FMI nella gestione delle crisi, anche se il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble ha dichiarato il mese scorso che il coinvolgimento del FMI non può essere una soluzione permanente. Ha detto, tuttavia, che si potrà ritirare solo nel lungo periodo una volta che i programmi attuali saranno giunti al termine.

Altri funzionari europei, tra cui Klaus Regling, capo del fondo di salvataggio della zona euro, hanno anche dichiarato che il FMI non dovrebbe svolgere un ruolo a lungo termine in pacchetti di salvataggio della zona euro.

Commento.

Ancora convinti che l’attuale assetto dell’Unione Eurpopea, indipendentemente da come si è consolidato e dalle intenzioni dei padri fondatori, sia uno strumento di benessere, emancipazione, pace, prosperità, amicizia ed incontro tra i popoli?

Come può la Troika essere, ad esempio… democratica?

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!