Iscriviti

AusteritĂ  e riforme strutturali: pessima idea, anche in Romania.

Uno studio della Friedrich Ebert Foundation mette in luce i danni dell'austeritĂ 

Economia e Finanza
Pubblicato il 8 luglio 2013, alle ore 14:46

Mi piace
0
0
AusteritĂ  e riforme strutturali: pessima idea, anche in Romania.
PubblicitĂ 

Uno studio della Friedrich Ebert Foundation mette in luce i danni dell’austerità.

Un recente studio della Friedrich Ebert Foundation, fondazione politica tedesca di area SPD, mette in luce i problemi delle politiche europee di austerità, puntando i riflettori sull’esperienza della Romania.

La risposta del governo rumeno alla crisi economica è arrivata in ritardo, ma le misure di austerità sono state tra le più severe in Europa.

La politica di risposta alla crisi, composta da misure di austerità e riforme strutturali, derivava da una combinazione di pressioni internazionali (dal FMI), la dottrina della coalizione di governo di centro-destra e di lobbying (ad esempio, associazioni imprenditoriali).

Le misure di austerità si sono principalmente focalizzate sui dipendenti pubblici e sui beneficiari del benessere sociale ben, mentre le “riforme” strutturali comprendevano una vasta gamma di settori, dal mercato del lavoro di assistenza sociale e sanitaria, nonché la privatizzazione di diverse società rumene.

Non vi è alcuna prova che le riforme strutturali attuate abbiano portato ad alcun miglioramento della qualità o delle prestazioni dei servizi presi di mira.
L’impatto delle misure di risposta alla crisi è difficile da misurare, a questo punto, ma ci sono prove che suggeriscono che la maggior parte degli obiettivi dichiarati delle riforme strutturali non sono stati raggiunti, fatta eccezione per gli aggiustamenti di bilancio e di consolidamento fiscale.

Le misure di austerità hanno avuto conseguenze sociali negative, tra cui persistentemente elevata disoccupazione, un basso tasso di occupazione e un basso senso di benessere tra la popolazione.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!