Iscriviti

Spagna: l’austerità mette a rischio la vita

(Reuters) - I tagli dell'austerità in Spagna potrebbero portare a un effettivo smantellamento di gran parte del sistema di assistenza sanitaria e danneggiare in modo significativo la salute della popolazione, secondo uno recente studio.

Cronaca
Pubblicato il 24 luglio 2013, alle ore 12:35

Mi piace
0
0
Spagna: l’austerità mette a rischio la vita
Pubblicità

(Reuters) – I tagli dell’austerità in Spagna potrebbero portare a un effettivo smantellamento di gran parte del sistema di assistenza sanitaria e  danneggiare in modo significativo la salute della popolazione, secondo un recente studio.

I ricercatori che hanno analizzato la situazione hanno avvertito che, se non si farà qualcosa per invertire la tendenza, la Spagna rischia un aumento esponenziale dei problemi di salute, anche delle malattie infettive, come la tubercolosi e il virus che causa l’AIDS.

Sono state condotte interviste con 34 medici e infermieri in tutta la Catalogna, nel nord della Spagna. Molti hanno riferito sentirsi “sconvolti”, “intorpiditi” e “disillusi” per i tagli, e alcuni timori hanno espresso il timore che “i tagli stiano per uccidere la gente”, hanno detto i ricercatori.

“Per cinque anni, le politiche per affrontare la crisi finanziaria si sono concentrate quasi esclusivamente su indicatori economici,” ha dichiarato Martin McKee, professore di Salute pubblica europea alla London School of Hygiene & Tropical Medicine (LSHTM), che ha co-condotto lo studio. “Il nostro lavoro mette in luce il peso in sofferenza umana che è conseguenza di queste politiche.”

Lo studio pubblicato sul British Medical Journal (BMJ) ha rilevato che i tagli di bilancio nazionali della Spagna di quasi il 14 per cento e quelli regionali difino al 10 per cento nei servizi sanitari e sociali, nel 2012 hanno coinciso con crescenti richieste di l’assistenza, in particolare di persone anziane, disabili e affetti da patologie mentali.

I ricercatori hanno anche osservato aumenti della depressione, dei disturbi alcol-correlati e dei suicidi in Spagna dopo che la crisi finanziaria ha colpito e la disoccupazione è aumentata.

“Se non vengono implementate misure correttive, la situazione potrebbe peggiorare con il rischio di aumenti di HIV e la tubercolosi – come abbiamo visto in Grecia, dove i servizi sanitari hanno avuto gravi tagli – così come il rischio di un aumento della resistenza ai farmaci e di diffusione della malattia “, ha detto Helena Legido-Quigley, docente di Salute Globale presso LSHTM che ha lavorato con McKee.

I risultati in Spagna collimano con altri studi in Europa e Nord America, che attestano che tagli di bilancio hanno un effetto devastante sulla salute, facendo salire i suicidi, la depressione e le malattie infettive e riducendo l’accesso ai medicinali e cure.

In un libro pubblicato nel mese di aprile, i ricercatori attestano circa 10.000 suicidi e un milione di casi di depressione erano diagnosticati durante quella che hanno chiamato la “Grande Recessione” e le misure di austerità che sono venute con essa in tutta Europa e Nord America.

Lo studio BMJ notava che la Spagna aveva già una delle più basse spese pubbliche per la sanità in rapporto al PIL nell’Unione europea e che gli ulteriori tagli previsti avrebbero messo queste le persone più vulnerabili ancora più a rischio.

A Madrid e in Catalogna, i tagli regionali hanno portato ad uno spostamento verso la privatizzazione degli ospedali, tempi di attesa più lunghi, tagli ai servizi di emergenza un minor numero di interventi chirurgici.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!