Iscriviti

Nuova tragedia all’isola di Lampedusa: affonda barcone, oltre 50 morti

Un barcone con almeno 250 immigrati a bordo si è rovesciato vicino alle coste di Lampedusa. Il bilancio è di 50 vittime, di cui 10 bambini

Cronaca
Pubblicato il 11 ottobre 2013, alle ore 23:23

Mi piace
0
Preferiti
0
Nuova tragedia all’isola di Lampedusa: affonda barcone, oltre 50 morti
Pubblicità
Interessi da seguire

A poco più di una settimana dal terribile naufragio avvenuto al largo dell’isola di Lampedusa, il cui bilancio, ancora provvisorio, parla di 339 vittime, un nuovo drammatico evento si è verificato vicino alle coste dell’isola.

Intorno alle 17.15 di questo pomeriggio, a 60 miglia sud dell’isola, in una zona di competenza maltese per quanto riguarda le operazioni di ricerca e soccorso, un barcone con 250 persone a bordo si è rovesciato.

Pare che vedendo un aereo militare in ricognizione, i migranti abbiano cominciato ad agitarsi per farsi notare e la ressa avrebbe provocato il capovolgimento dell’imbarcazione.

Il primo bilancio è di circa 50 morti, tra i quali una decina di bambini, mentre sono 200 le persone messe in salvo dai soccorsi.

Questa “è la nuova drammatica conferma della situazione di emergenza”, è il commento attribuito da fonti di palazzo Chigi al premier Enrico Letta sull’ennesima tragedia dell’immigrazione. Il premier, spiegano le stesse fonti, resta determinato a porre con forza il tema dell’immigrazione sul tavolo del prossimo Vertice dell’Unione Europea.

Ma non è tutto, perché le unità italiane impegnate nelle operazioni di soccorso dell’ultimo naufragio avvenuto nel Canale di Sicilia stanno raggiungendo un altro gommone con un centinaio di migranti che ha lanciato l’Sos. L’imbarcazione, secondo quanto ha riferito la Guardia Costiera, si trova a 84 miglia Sud Est di Lampedusa. Nella zona sono state dirottate la nave Espero della Marina Militare e due motovedette della Capitaneria di Porto di Lampedusa che avevano raccolto in precedenza alcuni superstiti del naufragio.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!