Iscriviti

Cuneo, crolla cavalcavia: distrutta auto Carabinieri

Un cavalcavia nei pressi di Fossano, provincia di Cuneo, è crollato e solo per una fatalità si è evitata una tragedia. Sono riusciti a mettersi in salvo due Carabinieri, mentre la loro auto è stata completamente distrutta.

Cronaca
Pubblicato il 19 aprile 2017, alle ore 10:56

Mi piace
4
Preferiti
0
Cuneo, crolla cavalcavia: distrutta auto Carabinieri
Pubblicità

Ancora un cavalcavia che cede in questa Italia che sta letteralmente cadendo a pezzi. Stavolta è successo a Fossano, in provincia di Cuneo, dove si sono miracolosamente salvati due Carabinieri, mentre la loro auto si è accartocciato sotto il peso delle macerie.

E’ un’immagine già tristemente vista più volte, cioè quella di un cavalcavia di cemento armato piegato in due come fosse un pezzo delle costruzioni con cui giocano i bambini. Una strada statale come tante altre in Ialia, sempre molto trafficata e poi d’improvviso degli inquietanti scricchiolii e ieri dopo le quattordici circa il crollo improvviso.

Poteva essere una vera tragedia, perchè sotto il viadotto c’era una pattuglia dei Carabinieri che si era appostata sotto il ponte per effettuare i controlli stradale di routine. I due uomini delle forze armate hanno sentito degli strani e sospetti scricchiolii provenienti dalla struttura sovrastante, quindi la repentina decisione di spostarsi.

Una decisione repentina che ha salvato la vita ad entrambi, mentre la macchina è rimasta schiacciata dal peso di centinaia di chili di cemento armato. E subito dopo l’opinione pubblica si è divisa tra chi ha invocato subito al miracolo e chi invece attribuisce il salvataggio dei due Carabinieri ad un semplice caso fortunato.

Quel tratto stradale è stato costruito alla fine degli anni ’80 e, secondo quanto riferito dall’Assessore regionale ai Trasporti, non aveva mai dato segni di cedimento. Dunque una situazione che genera molta preoccupazione, perchè non si riesce stavolta ad individuare con certezza l’origine del cedimento. Aperta, come di consueto, un’inchiesta da parte della Procura di Cuneo.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Tiziana Terranova - Ancora un cavalcavia che cade, ma se le ultime volte era attribuibile alla scarsa manutenzione ora a che cosa dobbiamo questa tragedia? Possibile che le strade italiane implodano improvvisamente? E' questa la sicurezza della nostra rete stradale? E anche se, da bravi cittadini, facciamo le nostre segnalazioni, spesso queste rimangono lettera morta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!