Iscriviti

Twitter estende a tutti la feature Moments. Ecco di cosa si tratta

Twitter, dopo i test durati quasi un anno con un ristretto gruppo di partner VIP, ha esteso a tutti la funzionalità "Moments" che permetterà di seguire gli eventi più importanti della giornata. Oltre, ovviamente, a crearne di propri.

Internet e Social
Pubblicato il 29 settembre 2016, alle ore 19:47

Mi piace
2
1
Twitter estende a tutti la feature Moments. Ecco di cosa si tratta

Twitter, benché in crisi, è sempre piuttosto popolata di utenti che, da ogni angolo del globo, raccontano le proprie giornate a suon di telegrafici cinguettii. In questo mare magnum, è davvero difficile prestare attenzione a ciò che ci interessa davvero e, proprio per questo motivo, Twitter ha ideato la funzione Moments che, da oggi, è stata estesa ufficialmente a tutti.

Moments è una funzionalità che permetterà di monitorare i momenti più importanti degli utenti che seguiamo e, a nostra volta, di creare un feed personale con cui informare gli altri degli eventi più significativi della nostra giornata.

Nei mesi scorsi, appena dopo l’annuncio (quasi un anno fa), Moments è stata collaudata dallo staff di Twitter insieme con un parterre ristretto di partner VIP (come Mashables, Buzzfeed, New York Times, Washington Post, Fox News, Nasa) che, grazie a tale feature, hanno potuto raccontare gli eventi più importanti agli utenti del celebra canarino azzurro.

Ora, tale funzionalità è stata estesa a tutti ed è in via di roll-out, dapprima sulla piattaforma web di Twitter e, in seguito, a stretto giro, sugli equivalenti applicativi per iOS e Android

Per fruire di Moments, non serviranno troppi giri di click. Nella home del servizio, troveremo la scheda Moments scandita da simbolo di un fulmine. Tippandolo o cliccandolo, accederemo ad una schermata in cui tutti gli eventi della giornata saranno divisi per categorie (es. sport, intrattenimento, etc). Scelto un “Momento” particolare, se ne potrà visionare la copertina, la descrizione e la sequenza di elementi (tweet, link, immagini, gif, video, articoli) che lo compongono. Se di nostro gradimento, potremo salvarlo tra i preferiti e condividerlo a nostra volta (con un retweet). 

Ovviamente, sarà anche presente – nella medesima schermata – il pulsante per creare, a nostra volta, un feed-moment: in questo caso, si sceglierà una cover/copertina, un titolo, una descrizione, e si popolerà il momento di tweet (ed altri elementi) presi dalla propria TimeLine, o ricercati in quella generale nella quale confluiscono i contributi di tutti. Completato il “Momento”, basterà semplicemente “pubblicarlo”, un po’ come si fa per i semplici tweet oggi giorno presenti.

Twitter, dopo aver esteso – con un artificio – il numero dei caratteri a disposizione dei singoli cinguettii, e in seguito alle contromisure annunciate contro i contenuti falsi e acchiappa click (in tandem con Facebook), estende a tutti la funzione Moments che permetterà di seguire i momenti più importanti della giornata con un semplice click. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nei mesi scorsi avevo dato un'occhiata ad alcuni Moments generati, per lo più, dalla Nasa e devo dire che li avevo trovati interessanti: erano un modo di immergersi, letteralmente, in racconti che parlavano di altri mondi, e di esplorazioni interplanetarie. L'unica cosa che, in sé, non mi è piaciuta molto dei Moments è, appunto, il loro isolarci dal flusso misto dei cinguettii che sarà, appunto, caotico ma che, allo stesso tempo, ci dà una visione d'insieme su tanti eventi variegati del mondo. Facendo un parallelismo, i Moments stanno al flusso normale dei tweet come una monografia sta ad un libro di storia generale: se becchi il Moment che ti piace, te lo gusti tutto d'un fiato. Diversamente, è noia pura: in attesa di incapparne in uno più avvincente...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!