Iscriviti

Poste italiane e Postepay: ecco la truffa via SMS che avvisa della sospensione dei conti correnti

Questa volta, di mira sono stati presi i proprietari di conti correnti con Poste Italiane e Postepay. Il messaggio incriminato è un SMS che avverte della sospensione del conto.

Internet e Social
Pubblicato il 16 agosto 2018, alle ore 11:14

Mi piace
3
0
Poste italiane e Postepay: ecco la truffa via SMS che avvisa della sospensione dei conti correnti

I clienti di Poste Italiane si trovano a dover fronteggiare una nuova seccatura, i tentativi di truffa. Non che fosse una novità, in quanto ogni tanto vengono presi di mira alcune fette di utenti, come è già successo in passato per PayPal, Mastercard, e simili. 

Questa volta, quindi, i proprietari di conti con Poste Italiane e Postepay sono stati presi di mira. La tecnica utilizzata di solito è definita phishing, ovvero portare – tramite un link riportato in una mail – le vittime su un sito che assomiglia al sito ufficiale, ma in realtà è controllato da un criminale. Questa volta, però, il tutto avviene tramite SMS.

La nuova truffa ai danni di Postepay e Poste Italiane

Nelle ultime ore sono arrivare decine di segnalazioni di tentativi di truffa tramite SMS. La tecnica è simile al phishing, ma si chiama smishing. La differenza sostanziale sta nel modo in cui viene inviato il messaggio di testo che, come già detto in questo caso, è via SMS. Il testo del messaggio che viene inviato agli utenti presenta un testo “copia e incolla” identico a questo: “Gentile cliente, abbiamo sospeso il suo conto temporaneamente. Per favore aggiornare il suo conto. Cliccare qui www.prepagatacarta5333.com, grazie”. 

Il sito, ovviamente, è controllato dai truffatori e si viene invitati ad aggiornare i propri dati nel sito incriminato. Ovviamente, una volta inserite le varie credenziali, il criminale ne entra in possesso. È molto importante, in questi casi, ricordare che le società non comunicano mai ai propri clienti problemi relativi alle rispettive carte tramite l’invio degli SMS.

È vivamente consigliato non solo di non aprire il link (e dunque non inserire i dati), ma di ignorare il messaggio ed eliminarlo definitivamente. Per avere maggiori informazioni sulle segnalazioni di truffe, ci si può recare sul portale online della Polizia Postale al cui interno sono presenti anche diverse guide con il fine di proteggere gli utenti dalle varie minacce che circolano per il web.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Queste truffe continuano a funzionare. È come un cane che si morde la coda: sono anni che girano messaggi simili e c'è ancora chi casca in questi trabocchetti. Generalmente, i problemi inerenti al conto corrente sono segnalati tramite raccomandate, dunque è praticamente impossibile essere contattati in maniera ufficiale tramite mail o SMS.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!