Iscriviti

Facebook: uffici riaperti a Luglio, profili lucchettabili, avvisi per gli sconosciuti

Intenzionata a riaprire parzialmente i propri uffici verso Luglio, Facebook ha attenzionato anche la sicurezza dei propri iscritti, sia nel canale della messaggistica che sul social propriamente detto, con due nuove iniziative: ecco di cosa si tratta.

Internet e Social
Pubblicato il 21 maggio 2020, alle ore 19:34

Mi piace
Facebook: uffici riaperti a Luglio, profili lucchettabili, avvisi per gli sconosciuti

Facebook, il social che col passare del tempo ha pensionato concorrenti illustri come MySpace (ad oggi poco attivo) e Google Plus (chiuso per l’utenza standard), in procinto di riaprire parzialmente gli uffici in quel di Luglio, ha ufficializzato due iniziative intese ad aumentare la sicurezza dei propri utenti

A partire da Luglio, Facebook riaprirà gli uffici di Menlo Park, la cui capienza – però – sarà sfruttata solo per 1/4 del totale: secondo quanto comunicato da colosso dei social, il personale sarà scaglionato su turni, osserverà le norme di distanziamento sociale, e sarà sottoposto a preventiva misurazione della temperatura all’ingresso negli uffici.

La “chiamata alle armi” da parte di Zuckerberg riguarderà gli addetti ai data center, coloro che lavorano ai progetti hardware (tipo Portal od Oculus), e chi si occupa della vigilanza e della gestione degli edifici (addetti alla mensa, autisti delle navette, etc). 

Nel frattempo, l’attività di Facebook non si è mai davvero fermata. Nelle scorse ore, Facebook India, tramite il locale direttore delle policy pubbliche, Ankhi Das, ha comunicato il rilascio di un’interessante opzione, per ora limitata all’immenso continente indiano, che permetterà agli utenti del posto di lucchettare del tutto i loro profili (basterà recarsi alla voce “Altro” sotto il nome del profilo, cliccare e ri-cliccare a mo’ di conferma su “Blocca profilo”) che, in conseguenza di tale azione, potranno essere visti solo dai contatti che si hanno nella lista degli amici, mentre gli utenti “esterni” non potranno vedere né i post pubblicati, né il profilo (di cui non potranno quindi scaricare, condividere e ingrandire la foto o l’immagine di copertina) dell’utente che avrà deciso di “blindarsi”.

Sempre in ottica securtiva, Facebook ha comunicato che, da oggi, su Messenger verranno abilitati degli avvisi pop-up, nel caso in cui si ricevano messaggi dagli sconosciuti, volti a evidenziare il fatto che il mittente potrebbe inviare messaggi dannosi o truffaldini che, nello specifico, possono essere riconosciuti da alcuni segnali cui prestare attenzione (es. richieste di denaro).

Nel caso dei destinatari minorenni, sarà sottolineato anche quanto possa essere pericoloso scambiarsi messaggi con adulti non conosciuti: in ambedue i casi, l’avviso sarà accompagnato dall’opzione per il blocco immediato del contatto

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!