Iscriviti

Facebook rimuove 3,2 miliardi di profili fake. Profili eliminati anche su Instagram

Il colosso di Menlo Park, Facebook, ha rimosso oltre 3 miliardi di profili fake inneggianti ad organizzazioni terroristiche, atti di autolesionismo e contenuti violenti. Eliminati anche milioni di profili con contenuti video/fotografici ritraenti minori.

Internet e Social
Pubblicato il 15 novembre 2019, alle ore 17:25

Mi piace
3
0
Facebook rimuove 3,2 miliardi di profili fake. Profili eliminati anche su Instagram

Facebook ha pubblicato il Trasparency Report di Novembre 2019 con il quale elenca e spiega tutte le azioni messe in campo a tutela degli utenti nell’ultimo periodo. Sulla base degli algoritmi elaborati a Menlo Park, l’azienda ha stilato una serie di report sulle varie violazioni del regolamento della piattaforma che hanno permesso di avere una panoramica precisa del numero e della gravità dei casi.

Sono 3,2 miliardi i profili fake eliminati in conseguenza alle ultime analisi. Le motivazioni sono le più varie ma tra tutte spicca il riferimento ad organizzazioni terroristiche e la pubblicazione di contenuti violenti. Ben 11,6 milioni di profili riguardavano nudità e sfruttamento sessuale di minori, mentre 2,5 milioni trattavano di autolesionismo e suicidio. Numeri importanti anche su Instagram dove, per le stesse motivazioni, sono stati eliminati rispettivamente 754 e 845 account. 4,4 milioni di account Facebook trattavano di vendita di droghe e 2,3 di armi (1,5 milioni e 58.600 su Instagram)

Misure preventive

Il controllo di Facebook è avvenuto grazie ad una serie di algoritmi che l’azienda ha messo a punto per scovare i profili che non rispettano gli standard della community. Questo vuol dire che la valutazione e l’eliminazione dei profili è avvenuta in modo autonomo da parte di Facebook prima ancora che gli utenti segnalassero i contenuti vietati. Questo, specificano i vertici del social blu, è un grande passo avanti nell’evoluzione della piattaforma che potrà diventare sempre più sicura per gli utenti. Il report specifica inoltre che molte migliorie si stanno apportando agli algoritmi e i calcoli di Menlo Park saranno sempre più precisi in modo da non penalizzare profili leciti erroneamente.

Instagram

La grande novità del Trasparency Report appena pubblicato è l’aggiunta di Instagram al controllo automatico degli algoritmi. Questo si è reso necessario vista l’ascesa del social negli ultimi anni ed ha permesso di pubblicare ed analizzare importanti dati sull’utilizzo lecito e non della piattaforma.

Quello che si evince da report però è anche una netta tendenza in aumento dei contenuti e dei profili non in linea con gli standard della communiti. I profili cancellati nel periodo descritto sono oltre il doppio rispetto allo scorso anno, segno che gli algoritmi di controllo avranno sempre un gran da fare.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Tocco

Antonio Tocco - La gestione dei Big Data, che già ha dato qualche preoccupazione in merito alla tutela della privacy, si conferma di non facile gestione per Facebook che però sembra mettere in campo misure importanti a tutela degli utenti. Spero che gli standard della community e i controlli diventino ancora più stringenti specie a tutela dei più giovani. I numeri del report mi fanno ben sperare anche in vista delle misure che Facebook adotterà sempre più contro le fake news.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!