Iscriviti

Pagare di meno sulla bolletta dell’elettricità? Si può!

Piccolina, rossa ed all'apparenza innocua: "la lucina rossa" dei comuni aggeggi elettronici presenti in tutte le case può arrivare a consumare da sola una grande quantità di energia elettrica.

Vivere Low Cost
Pubblicato il 15 febbraio 2018, alle ore 12:07

Mi piace
17
0
Pagare di meno sulla bolletta dell’elettricità? Si può!

Spegnere i dispositivi lasciati abitualmente in stand-by può far risparmiare dai 60 ai 250 euro annuali (in media) sulla bolletta della luce. A farla lievitare sarebbero, infatti, proprio le piccole spie rosse presenti sugli elettrodomestici che consumano elettricità anche dopo che questi sono stati correttamente spenti. 

La cosa più ovvia e conveniente, è ovviamente quella di rimuovere dalla spina la presa stessa dell’elettrodomestico in questione successivamente al suo spegnimento. All’elenco dei dispositivi a cui fare attenzione non appartengono soltanto i comunissimi modem, router e decoder, ma anche le macchinette del caffè, i microonde, le casse ed i monitor del pc, le stampanti multifunzioni, i caricabatterie dei telefoni cellulari, le lavatrici, i  lettori dvd, le televisioni, gli stereo, etc. etc. 

Un’altra utile accortezza, al momento dell’acquisto, è sicuramente quella di controllare tra i tanti dettagli del prodotto anche il suo consumo in fase di stand-by, senza fermarsi alla sola classe energetica. Un occhio particolare soprattutto alle console per videogiochi (nintendo, XboX, playstation, …).

Ciò, del resto, influisce anche sull’ambiente e non solo sulle bollette: ogni anno il fenomeno descritto pesa per il 10% sul costo delle fatture, producendo 19 milioni di tonnellate di CO2 annualmente. Per evitare inutili sprechi, tuttavia, l’Unione Europea ha ovviato parzialmente al problema, emanando la direttiva “Energy using products” (prodotti che consumano energia), che stabilisce i limiti entro i quali deve essere contenuto il consumo in stand-by di elettrodomestici e delle diverse apparecchiature elettroniche. Le apparecchiature più obsolete sono ovviamente quelle che consumano maggiormente. 

Un’altra alternativa valida è l’acquisto di una ciabatta elettrica da collegare agli elettrodomestici. Così facendo, basta accendere o spegnere l’interruttore della ciabatta per ottenere il risparmio desiderato. Questo dispositivo, infatti, è detto “intelligente” perché stacca automaticamente la corrente dopo un determinato tempo in cui l’apparecchio (o gli apparecchi in questione sono lasciate in stand-by).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlotta Serenelli

Carlotta Serenelli - Un semplice gesto che può fare la differenza per sé stessi e per l'ambiente circostante. Non costa nulla se non un po' di attenzione in più, anzi permette di risparmiare sulla bolletta. La tecnologia se ci aiuta da un lato, ci consuma dall'altro (in tutti i sensi) e non è una semplice "frase fatta".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!