Iscriviti

Cosa ci ha insegnato la quarantena sul vivere low cost

Il lockdown ha radicalmente cambiato il nostro stile di vita, che ancora non è tornato alla normalità. Ecco cosa abbiamo imparato sul vivere low cost.

Vivere Low Cost
Pubblicato il 24 maggio 2020, alle ore 16:18

Mi piace
6
0
Cosa ci ha insegnato la quarantena sul vivere low cost

Il lockdown, o quarantena che dir si voglia, ha radicalmente cambiato il nostro stile di vita dalla sera alla mattina e, nonostante le prime graduali riaperture, non siamo ancora tornati alla normalità e chissà quando sarà possibile farlo. Stando in casa abbiamo avuto tutto il tempo per imparare alcuni trucchetti per vivere low cost, che potremo continuare a mettere in pratica anche in futuro.

Chi ha continuato a lavorare, o comunque ha ripreso prima di quanto abbiano fatto bar e ristoranti, ed era abituato a mangiare fuori in pausa pranzo ha dovuto organizzarsi diversamente: tornare a casa se il tempo e la distanza lo permettevano, oppure portarsi il pranzo a lavoro.

Dando per scontato che sul posto di lavoro ci sia un piccolo frigorifero, si può pensare di fare un piccolo investimento e comprare un forno a microonde, il cui costo sarà ammortizzato in breve tempo, continuando così a portarsi il pranzo da casa e risparmiando in un anno cifre notevoli, potendo comunque variare il menu scaldando primi, secondi e piatti unici.

D’altro canto, abbiamo avuto il tempo per imparare a fare in casa diverse cose che prima si compravano fuori, come ad esempio la pizza, ma anche i classici hamburger che eravamo abituati a mangiare all’interno dei pub, magari accompagnati da una birra. Per quanto riguarda quest’ultima, ormai l’offerta nei supermercati è sempre più ampia e permette di soddisfare anche i palati più esigenti.

L’aperitivo o la cena fuori con gli amici è mancata a tutti, ma quanto viene a costare? Nel futuro si potranno fare aperitivi e cene casalinghi con un costo molto più contenuto, acquistando cibi e bevande al supermercato. Infondo l’importante è la compagnia e quella la si può avere anche a casa propria, invitando amici e parenti.

Per quanto concerne il turismo, prendere un aereo ora costerà molto di più e in molti dovranno rivalutare, volenti o nolenti, il turismo di prossimità. Ma nel nostro Bel Paese abbiamo l’imbarazzo della scelta tra mare, montagna, lago, campagna e città d’arte; inoltre, si mangia decisamente meglio che in qualunque altro posto del mondo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Funicella

Francesca Funicella - Se da un lato credo sia importante trovare modi per risparmiare nei prossimi mesi, poiché temo che l'Italia sarà travolta da una crisi economica peggiore di quella del 2008, dall'altro lato penso sia ancora più importante non smettere completamente di consumare in bar e ristoranti per non rischiare che tante piccole attività debbano chiudere i battenti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!