Iscriviti

"Non è l’arena", l’ex produttore Tarallo rivela: "Massimiliano Morra fu cacciato per cose gravissime"

Ospite a "Non è l'Arena" di Massimo Giletti, l'ex capo della casa di produzione Ares Film Alberto Tarallo ha insinuato cose molto gravi ai danni di Massimiliano Morra.

Televisione
Pubblicato il 5 ottobre 2020, alle ore 14:57

Mi piace
5
0
"Non è l’arena", l’ex produttore Tarallo rivela: "Massimiliano Morra fu cacciato per cose gravissime"

Anche se la Ares Film, casa di produzione autrice di numerose fiction di successo Mediaset (“L’Onore e il Rispetto”, “Il Peccato e la Vergogna”, “Furore”, ecc.), è fallita la scorsa primavera, nelle ultime settimane il gossip non fa che parlarne. Così come si parla in maniera insistente di Alberto Tarallo, che era a capo della Ares e che gli attori Massimiliano Morra e Adua Del Vesco, protagonisti di molte fiction e attualmente concorrenti del GF Vip 5, hanno definito “Lucifero”.

Un uomo senza scrupoli e secondo la Del Vesco “il male assoluto”. Dopo aver diffidato Mediaset per queste gravi dichiarazioni andate in onda, Alberto Tarallo si è difeso nel programma “Non è l’Arena di Massimo Giletti. E ha fatto delle accuse implicite ma gravissime in primis ai danni di Massimiliano Morra.

Secondo Tarallo, infatti, Morra sarebbe stato cacciato da Zagarolo – località dove vivevano gli attori delle fiction e i vertici Ares, in quanto i ritmi di lavoro durante le riprese erano serratissimi – per qualcosa di gravissimo, che il produttore non ha voluto rivelare pubblicamente. A cacciare Morra sarebbe stato Teodosio Losito, compagno di Tarallo sia nella vita che nel lavoro, morto suicida quasi due anni fa.

Testimone di questi fatti considerati “gravissimi“, per i quali l’uomo ha spiegato di provare un vero e proprio “senso di ribrezzo” sarebbe stata proprio Adua Del Vesco, la quale ne avrebbe parlato con Losito, che teneva in grande considerazione le parole e l’opinione della giovanissima attrice messinese. Alberto Tarallo, seppur stuzzicato da Massimo Giletti, si è rifiutato categoricamente di scendere nei dettagli, ma ha insinuato il dubbio che Adua abbia esagerato le colpe di Massimiliano Morra proprio per avere la certezza che Losito lo cacciasse.

E ciò torna con il fatto che più volte, al GF Vip, la ragazza ha quasi minacciato l’attore (nonché, come si è appreso, finto ex fidanzato) di “dire tutto”. A questo punto non resta che attendere la prossima puntata del Grande Fratello Vip 5 per capire se lo farà davvero e cosa dirà a proposito della accuse di Tarallo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Rossella Martielli

Rossella Martielli - L'AresGate, come è stato definito, si sta rivelando molto più complesso di come si era ipotizzato inizialmente, nonché ricco di colpi di scena. Le parole di Alberto Tarallo, il produttore che fino a oggi veniva considerato il "cattivo" della situazione, hanno ribaltato la percezione dei telespettatori del GF Vip 5, che ora si chiedono chi siano davvero Adua Del Vesco e Massimiliano Morra: sono i "buoni " della situazione, come si erano presentati inizialmente, oppure hanno anche loro degli scheletri nell'armadio?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!