Iscriviti

Chi vuol essere milionario?, concorrente trova l’errore e mette in difficoltà gli autori

Il concorrente Alessandro ha corretto la domanda mal posta dagli autori, dando una clamorosa lezione a tutti. Il web apprezza ed esulta per il dentista bergamasco.

Televisione
Pubblicato il 13 febbraio 2020, alle ore 17:28

Mi piace
9
0
Chi vuol essere milionario?, concorrente trova l’errore e mette in difficoltà gli autori

A “Chi vuol essere milionario?” un concorrente ha messo in dubbio la domanda posta da Gerry Scotti, criticando così il lavoro degli autori del programma, che hanno scambiato una similitudine per una metafora. Un errore che però non ha impedito al concorrente di proseguire la sua scalata. Almeno per una volta è il concorrente a trovare l’errore nella domanda mal posta da parte del programma.

Questo almeno è quanto accaduto nel corso dell’ultima puntata del celebre game show di Canale 5, in onda mercoledì 12 febbraio 2020, che ha riservato non pochi colpi di scena, tra i tanti anche la domanda su Little Richard che non è stata però indovinata dal dentista bergamasco, perdendo così la bellezza di 70 mila euro.

Nota l’errore degli autori: il web impazzisce per Alessandro

Quanto è stato visto dai telespettatori e fan di “Chi vuol essere milionario?” nella puntata del 12 febbraio 2020 non è certo piacevole: un concorrente che corregge gli autori è infatti quanto mai anomalo, fastidioso ed imbarazzante. Il dentista bergamasco Alessandro, ha sorpreso tutti con la sua segnalazione, riguardante il fatto che una domanda, posta dal conduttore Gerry Scotti nel corso della gara, fosse stata elaborata in modo errato.

Nella fattispecie, il concorrente ha dimostrato di poter far conto su una solida preparazione, anche se non è riuscito a risalire la vetta e raggiungere l’ambito premio da un milione di euro. La domanda che è stata oggetto della contestazione da parte di Alessandro è stata la decima, pari ad un valore di 20 mila euro, che chiedeva quanto segue: “Quale tra queste metafore animalesche non trae propriamente origine da un nome di un animale“.

Come di consueto il concorrente poteva scegliere una delle quattro risposte proposte: cieco come una talpa, piangere come un vitello, sano come un pesce, testardo come un mulo. E’ saltato subito all’occhio del concorrente – e non solo a lui, ma anche a tanti telespettatori che stavano guardando il programma – che le risposte proposte sono similitudini e non metafore.

Grazie all’intervento del papà, Alessandro è poi riuscito a dare la risposta giusta, aggiudicandosi così i 20 mila euro di premio, continuando così la sua scalata. La precisazione fatta dal concorrente, ha ricevuto l’apprezzamento del pubblico, facendo spopolare così la notizia non solo sui social network – dove ormai Alessandro è molto seguito – ma anche nel web. Beccare in fallo gli autori di un game show non è certo cosa da tutti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Bravo Alessandro che ha individuato subito il clamoroso errore degli autori del celebre programma di Canale 5, che ogni giorno registra milioni di ascolti. Un gioco che appassiona, ma che ha anche un'importante valenza sociale, grazie agli argomenti ed alle informazioni che si apprendono attraverso i quesiti proposti durante la gara.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!