Iscriviti

YouTube rende Gaming una sua sotto-sezione, e prepara novità per la modalità scura

YouTube ricomincia a elargire novità ai suoi utilizzatori: alcune di queste riguardano la modalità scura, sbarcata su YouTube TV, e in via di automatizzazione, mentre altre afferiscono allo spin-off "Gaming", ora una semplice sezione della piattaforma madre.

Software e App
Pubblicato il 19 settembre 2018, alle ore 18:53

Mi piace
7
0
YouTube rende Gaming una sua sotto-sezione, e prepara novità per la modalità scura

Grandi novità per YouTube, la frequentatissima piattaforma di video uploading e video sharing del gruppo Alphabet (Google) che, proprio di recente, l’ha attenzionata con varie migliorie, alcune delle quali ancora celate al pubblico, mentre altre – diversamente – possono essere già sfruttate dagli amanti del gaming, o dei video fruiti su grande schermo. 

La prima novità di YouTube si è avuta grazie alla decompilazione di una sua versione, grazie alla quale è emerso che lo staff di Google sta sperimentando alcune funzionalità. Tra esse, una riguarderebbe la possibilità di scaricare i video da un device differente da quello in uso in un dato momento, con l’unica limitazione che ambedue i dispositivi dovrebbero essere connessi al medesimo account: in questo modo, dal proprio telefono si potrebbe inviare un video alla propria smart tv, per poterlo quindi fruire comodamente dal divano di casa. Oltre a ciò, sono state riscontrate anche avvisaglie di un meccanismo che consentirebbe l’attivazione automatica, in base alla schedulazione dell’utente o all’ora del giorno, della modalità scura

Non meno interessante è quello che riguarda “Gaming”, lo spin-off applicativo creato da Mountain View nel lontano 2015 quale antagonista di Twitch. Tale ambiente, usato da diversi players per i primi vagiti degli e-sport, ed adeguatamente attenzionato dagli sviluppatori con varie novità, tra cui la SuperChat, si avvia a chiudere i battenti nel Marzo del 2019, con i suoi utenti che verranno progressivamente traghettati verso una sezione dedicata al gaming, attivata all’interno dell’app principale, e del sito di YouTube (youtube.com/gaming).

In quest’ultimo, l’utente può già da ora aggiornarsi sulle ultime dirette (già in onda o solo programmate) riguardanti i propri giochi preferiti, sui canali a cui si è iscritti, e scoprire quali clip siano di tendenza. In merito alla scoperta di nuovi talenti, inoltre, sarà possibile avvalersi (inizialmente a partire dagli USA) anche della sotto-area “On The Rise” che proporrà, a cadenza settimanale, i contenuti di alcuni creatori in erba, sì da assicurare loro maggiore visibilità e possibilità di successo. 

Infine, l’onnipresente tema scuro, ammannito da Google un po’ in tutti i servizi che offre ai suoi utenti. A fine Luglio, dopo un’attesa a dir poco atavica, la modalità dark era sbarcata nell’app normale di YouTube e, ora, la stessa cosa è avvenuta nella sua variante YouTube TV, in modo che – utilizzando il tema con sfondo scuro – sia possibile ridurre il fastidioso (per le ore notturne) bagliore del proprio grande schermo. Utilizzare tale novità è molto facile, e richiede solo – aperto YouTube TV nel proprio browser – di entrare nelle impostazioni del proprio account e, quivi giunti, di selezionare l’opzione denominata eloquentemente “tema scuro”

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Di sera, lo ammetto, il tema scuro è una vera benedizione per gli occhi: consente di leggere le didascalie o di guardare qualche filmato senza sforzare troppo la vista. Ciò premesso, è un bene - quindi - che tale modalità sia arrivata in una delle innumerevoli emanazioni con le quali YouTube arriva a noi. Quanto a Gaming, un po' mi aspettavo questa notizia visto che - un po' come per YouTube TV - si fa fatica a ricordarne l'esistenza: forse, inserito nella piattaforma madre, godrà di maggior fortuna. Diverso il discorso su alcune novità non palesi sotto test da parte di Google: in mancanza di riscontri più numerosi, e dei primi feedback da parte degli utenti, è meglio rimandare l'analisi a tempi più proficui.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!