Iscriviti

YouTube: possibile regolare la qualità audio in Music, prime avvisaglie del codec AV1

Google, ultimemente, ha rilasciato importanti novità per la sua piattaforma, con un atteso aggiornamento che va a impreziosire YouTube Music, ora più adeguato alla concorrenza, e le prime avvisaglie dell'efficiente e nuovo codec AV1.

Software e App
Pubblicato il 23 settembre 2018, alle ore 20:02

Mi piace
7
0
YouTube: possibile regolare la qualità audio in Music, prime avvisaglie del codec AV1

Qualche mese fa, Google promise aggiornamenti regolari per le sue principali applicazioni e, osservando YouTube, sembra che tale proposito sia stato mantenuto: il portale di video-sharing del gruppo Alphabet-Google, infatti, ha dotato YouTube Music di un’attesissima funzionalità e, nel contempo, ha mostrato pubblicamente le potenzialità del nuovo codec AV1.

Si diceva di YouTube Music, l’app di streaming musicale on demand sbarcata anche in Italia per competere con Spotify ed Apple Music. Nelle scorse settimane, il teardown della versione 2.39 di quest’app aveva svelato la possibilità, ancora in lavorazione, di variare la qualità della musica in streaming e in download: a quanto pare, i lavori a tale feature sono giunti a conclusione, e l’opzione in oggetto è stata inserita nella release 2.49.57 di YouTube Music, scaricabile nei vari store applicativi. 

Installata la nuova versione di YouTube Music, nelle impostazioni saranno presenti le voci “Qualità audio su rete mobile” e “Qualità audio su WiFi”, ognuna delle quali permetterà di settare (onde risparmiare sul traffico dati, ed adeguarsi alla qualità connettività) 4 livelli (bassa, a 48 kbps, media, a 128 kbps, alta, a 256 kbps, sempre alta, a 256 kbps, anche in caso di scarso segnale) di qualità sonora (ma sempre con l’AAC quale codec di compressione) per la musica che si ascolterà in streaming

Nel caso del download delle tracce musicali, invece, le opzioni apparse recano le denominazioni di “qualità audio” e “qualità video”: delle due, la prima supporta 3 livelli di resa audio (bassa, media, alta), mentre la seconda consente di scaricare solo l’accompagnamento audio del video selezionato. 

Accanto alle novità in questione, Mountain View ha comunicato di aver caricato online una playlist d’esempio di video allestiti col nuovo codec (royalty free) AV1, in grado di assicurare una miglior resa grafica (elementi in primo piano più luminosi, colori più profondi, ombre più marcate) ai filmati, al netto di un minor consumo di dati, grazie ad una compressione più efficiente (del 30/40%) rispetto al comune codec (chiuso) HEVC. I video, messi a disposizione di broadcaster, decoder, sviluppatori di browser, ed encoder, riguardano vari contenuti – per lo più demo – come documentari, video musicali o d’azione, e talk show.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In effetti, diciamoci la verità, YouTube Music - per com'era nata - era alquanto acerba e priva di feature anche solo basilari. Probabilmente, era stata fatta uscire ancora incompleta per saggiarne l'interessa - poi verificatosi - dell'utenza: la novità appena rilasciata, che consente di variare la qualità audio del download e dello streaming, è molto utile e, se bene ottimizzata, permetterà di usare Music con maggior soddisfazione. La novità del codec AV1 solo apparentemente è meno importante lato mobile: quando i video con tale standard saranno più diffusi, non sarà più un salasso voler vodere di un bel filmato anche mentre si è in giro!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!