Iscriviti

YouTube porta le dirette streaming anche sugli smartphone. Ecco come

Con un post sul blog ufficiale, Google ha comunicato che le dirette live, presenti su YouTube dal 2011, sbarcheranno anche sugli smartphone e, ben presto, saranno messe a disposizione di tutti, assieme ad una SuperChat per finanziare gli streaming più validi.

Software e App
Pubblicato il 8 febbraio 2017, alle ore 12:18

Mi piace
12
0
YouTube porta le dirette streaming anche sugli smartphone. Ecco come

Da quando ci hanno provato i “pionieri” come Periscope e Meerkat (poi scomparsa), le dirette Live sono diventate un vero trend dei social, tanto che Twitter le ha integrate, acquisendo (appunto) Periscope, e Facebook le ha rilasciate sia sul suo social (i Live Video, anche immersivi), che – di recente – su Instagram. Ora tocca a Google, o meglio al suo YouTube, che consentirà le dirette streaming anche da smartphone.

In verità, per Google non si tratta di una vera e propria novità. YouTube, il suo portale dedicato alla fruizione e condivisione dei video, prevedeva una funzione di live streaming già dal lontano 2011, riservandola – però – solo a pochi e selezionati editori: in seguito, non molto tempo fa, il tutto è stato arricchito dalla possibilità di fruire le dirette in forma immersiva, a 360 gradi, grazie all’uso di appositi visori per la realtà virtuale (es. cardboard). Quello che cambia, ora, è il mezzo, dacché le dirette streaming saranno effettuabili anche da smartphone, e l’utenza, in quanto è prevista l’estensione di questa possibilità per la platea mainstream.

Dapprima, però, fa sapere Google sul suo blog, si partirà – dopo i test durati quasi un anno – con i canali ed i creatori di contenuti che abbiano più di 10 mila iscritti, e – entro breve tempo – tale opzione verrà “sbloccata”, definitivamente, anche per il resto dell’utenza, diventando – di fatto – “globale”. 

Per poter avviare una diretta dal proprio smartphone, iOS o Android che sia, nel caso si amministri un canale già molto popolare, basterà aprire l’app di YouTube – visto che la funzione delle dirette Live è integrata al suo interno (come Twitter ha fatto “assorbendo” Periscope) – e procedere con un click sul pulsantone rosso “Go Live”: a questo punto, partirà un flusso video, il cui primo frame farà da immagine di copertina, che potrà essere tutelato da usi impropri, ed essere ricercabile – su YouTube – tramite la consueta ed apposita funzione, ma anche tramite l’inserimento nelle Playlist, o grazie ai “Suggerimenti”. 

In tandem con tale funzionalità, che porterà le dirette di YouTube anche sugli smartphone, dovrebbe partire quella “SuperChat” di cui si era parlato poco tempo fa, che – in sostanza – avrebbe il compito di finanziare i creatori di live streaming, attraverso la possibilità offerta ai “telespettatori” di comprare maggiore visibilità per il proprio commento, che – in ragione di una donazione – verrebbe posto (pinnato) in alto, sì da spiccare rispetto agli altri, ed esser immediatamente notabile dall’autore della diretta.

In questo caso, ricordiamo che per comprare un commento “sponsorizzante”, basterà – tenendo lo smartphone nell’orientamento verticale – premere il pulsante del “dollaro”, e scegliere quanto donare, digitando manualmente l’importo, o scrollando l’elenco dei valori già previsti. 

A quanto comunica Google, infine, ambedue le funzionalità – strettamente connesse – sarebbero in roll-out e, entro le prossime ore verranno messe a disposizione anche dell’utenza italiana (in possesso dei requisiti idonei).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Era quasi scontato che YouTube si attrezzasse per consentire le dirette live a tutti: il portale è nato come raccolta dei video amatoriali girati dagli utenti di mezzo mondo, e presto offrirà - sempre a tutti - la possibilità di girare anche video in diretta. È il quadro che si completa, com'è logico che fosse. Trovo interessante la possibilità che tutti possano effettuare uno streaming e, magari, anche guadagnarci, se bravi, o se la loro diretta ha un valore aggiunto dal punto di vista creativo e informativo. Solo, mi chiedo quanti useranno effettivamente questo strumento: abbiamo davvero tutti bisogno di andare in onda, e qualcosa di meritevole e degno da dire? Ai posteri - come sempre - l'ardua sentenza...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!