Iscriviti

WhatsApp: problemi con chiamate e truffa Vodafone, stop spam, largo a notizie sportive e nuovi stickers

Anche WhatsApp, come Instagram, è rimasto coinvolto - ultimamente - in diversi problemi. Ciò, tuttavia, non ha fermato la lotta di Menlo Park allo spam, e l'integrazione di nuovi contenuti (stickers) e servizi di terze parti (notizie da Sky Sport).

Software e App
Pubblicato il 17 giugno 2019, alle ore 14:04

Mi piace
8
0
WhatsApp: problemi con chiamate e truffa Vodafone, stop spam, largo a notizie sportive e nuovi stickers

WhatsApp, secondo quanto emerso da ben noti leakers, avrebbe rilasciato un nuovo pacchetto di simpatici adesivi, e modificato le proprie policy, in senso decisamente restrittivo per combattere lo spam e l’economia che vi gira attorno. Intanto, giunte anche le notizie sportive grazie a Sky Sport, la celebre messaggistica in verde è stata colpita, però, da un fastidioso bug, ed usata – ancora una volta – per propagare una truffa. 

WhatsApp è spesso impegnata nel rilasciare beta con le quali consentire ai propri utenti di poter sperimentare in anteprima delle funzionalità in vista di un eventuale e relativo rilascio successivo delle stesse: a volte, però, tali release sperimentali presentano più inconvenienti che innovazioni, come dimostrato dall’arrivo della beta release 2.19.167 che, agli utenti di Android, secondo le segnalazioni di WABetaInfo avrebbe causato l’impossibilità, nei giorni scorsi (curiosamente nello stesso momento dei problemi emersi per Instagram), di effettuare le chiamate VoIP tramite l’app. 

Nel frattempo che venga rilasciato un fix per tale problema, ovviabile temporaneamente disinstallando la beta incriminata, e installandone una precedente o successiva, è tempo anche di fronteggiare una pericolosa truffa che, proprio in queste ore, sta affliggendo gli utenti di WhatsApp coinvolgendo, in modo inopinato, il provider Vodafone: una finta operatrice del noto gruppo telefonico, a nome Emma Bonini, avrebbe preso a contattare vari utenti proponendo nuovi e più vantaggiosi piani tariffari, con lo scopo di farsi comunicare i dati personali degli utenti, e di trafugare copie, da rivendere, dei loro documenti identificativi (carta d’identità, codice fiscale, patente, etc). Vodafone, naturalmente estraneo alla vicenda, tramite Twitter, ha invitato a diffidare (e, in più a segnalare) tutti i casi sospetti di chi si dovesse presentare come un suo operatore, precisando che, comunque, quello di WhatsApp non è un canale da sè stesso adoperato per pubblicizzare le nuove offerte. 

Tra le iniziative già annunciate da WhatsApp figurano, invece, una stretta contro le persone o le aziende che usano la sua piattaforma in spregio alle policy, ed alla natura dell’app focalizzata sulle conversazioni private tra persone reali: dal 7 Dicembre del presente anno, limite concesso per mettersi in regola, Facebook userà ogni prova disponibile, come materiale promozionale inviato massivamente via messaggi o le attività in-app e, appurata una violazione per spam, valuterà di portare in tribunale chi l’abbia commessa. La misura, confermata a TechCrunch da un portavoce dell’azienda, si accompagna al miglioramento degli algoritmi che già, ad oggi, consentono di bannare globalmente, ogni mese, qualcosa come 2 milioni di account.

Non mancano, infine, delle novità in tono minore, ma sempre relative all’universo WhatsApp. Seppur a campionato di calcio concluso, ma con tante altre manifestazioni sportive in corso, gli appassionati di sport potranno ricevere gli aggiornamenti ufficiali di Sky Sport direttamente in-app, recandosi nella pagina web della redazione sportiva in questione, precisando le categorie di proprio interesse (tra cui ciclismo, formula 1, calciomercato, tennis, calcio, NBA, MotoGP, etc), tippando sul pulsante WhatsApp, accettando di aggiungere un dato numero in rubrica e, nella chat che si aprirà, condividendo la parola “Start” (con “Stop” per disiscriversi). 

In più, anche gli amanti degli stickers potranno festeggiare, grazie al roll-out ormai giunto a termine, in senso globale, di un nuovo pacchetto di adesivi in-app, alquanto leggero (387 KB), comprensivo di 30 raffigurazioni ritraenti l’orsetto Opi, disegnato da Oscar Spina, alle prese in diverse situazioni, come andare in bici, guidare un’auto, festeggiare il compleanno, etc. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - WhatsApp fa non bene, ma più che bene a combattere lo spam, sempre più diffuso anche nella nota chat in verde. L'arrivo di nuovi stickers, però, mi pare proceda a rilento, come pure l'apertura verso i servizi di terze parti (es. i famigerati micropagamenti, per i quali - a questo punto - si dovrà attendere Libra/GlobalCoin). Quanto alla truffe, ancora non mi capacito di come sia possibile cadere in certi tranelli, facilmente smascherabili interpellando il servizio clienti dell'azienda coinvolta...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!