Iscriviti

Whatsapp. L’invio di documenti Office avverrà nei formati nativi

Whatsapp sta rilasciando una nuova beta, per Android e iOS, che permetterà sempre di inviare documenti Office ma nei formati nativi. In tal modo i file Office inviati, dalla memoria locale o dal Cloud, saranno anche modificabili dal destinatario.

Software e App
Pubblicato il 14 aprile 2016, alle ore 01:07

Mi piace
0
0
Whatsapp. L’invio di documenti Office avverrà nei formati nativi

Era la fine di Gennaio quando anticipammo i primi test di Whatsapp per consentire l‘invio di documenti legati alla produttività d’ufficio, nello specifico documenti di Office e PDF. La funzione, prima solo accennata si è evoluta ed è sbarcata sia su Android che su iOS. Ecco come.

Dunque, Whatsapp – tramite il suo pubblico canale per il rilascio delle beta – aveva già introdotto mesi fa l’invio di Documenti e PDF, è vero: tuttavia, ciò avveniva con dei ma grossi come macigni. Quando, infatti, si provava ad inviare documenti Office, il documento prescelto veniva automaticamente convertito in PDF ed è in tale veste che arrivava a destinazione: se vi sembra poco, tenete presente che un documento in PDF, tranne che con programmi specifici, non è modificabile.

La novità che è stata rilasciata da Whatsapp in queste ore, sempre nel suo canale sperimentale, è volta proprio a sanare tale lacuna: i documenti Office inviati, infatti, giungeranno nei formati nativi a destinazione: quindi, un documento Word giungerà in “.doc”, ed un file Excel giungerà in formato “.xls”.

La funzione per l’invio di documenti nei formati Office nativi riguarderà anche le versioni più recenti di tali formati come “.docx” per Word, “.xlsx” per Excel e “.pptx” per Powerpoint (il programma di presentazioni/slide di Microsoft Office).

Da notare, tuttavia, che non sono ancora supportati i formati nativi di suite compatibili con Office come LibreOffice e PowerPoint Office: in questi casi, quindi, il file verrà sì spedito ma convertito seduta stante in PDF. Rimane, invece, confermata la possibilità di inviare documenti Office presenti sia in locale che su diversi servizi di cloud hosting come iCloud, Gdrive e Dropbox.

Per provare la nuova funzione sin qui esposta, ovvero quella che consente di inviare documenti Office nei formati nativi, è necessario essere iscritti al canale delle Beta di Whatsapp: da quel momento si potrà scaricare la nuova versione di Whatsapp dal PlayStore o dall’AppStore. In alternativa, si potrà scaricare il file di installazione di Whatsapp da portali come ApkMirror (solo per Android). Per rielaborare, infine, i documenti Office ricevuti, sarà sufficiente aver installate le corrispondenti app della suite Office in versione mobile.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ricordo quando provai per la prima volta l'invio di documenti Office ed ebbi la spiacevole sorpresa di vederli arrivare al mio interlocutore sotto forma di PDF. Mi si disse "bello ma non puoi inviarmeli al PC cosicché posso anche modificarli?". Ecco il punto: prima, la funzione di invio documenti via Whatsapp era attiva al solo scopo di "consultazione". Insomma, si potevano inviare i file Office perché fossero letti e non editati. Poca cosa per chi usa i terminali mobili davvero per lavoro. Ora che i file Office giungono nei formati nativi ed in tali formati saranno modificabili, la cosa ha molto più senso, non trovate?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!