Iscriviti

WhatsApp: in preparazione la crittografia per i backup sul cloud

Secondo una nota crew di leakers, WhatsApp starebbe lavorando per estendere la sua crittografia, tamponando alcune critiche ricevute in merito: la nuova opzione di sicurezza andrebbe a coprire i backup salvati sul cloud del proprio account Google.

Software e App
Pubblicato il 3 marzo 2020, alle ore 11:36

Mi piace
6
0
WhatsApp: in preparazione la crittografia per i backup sul cloud

Ultimamente, gran parte dell’impegno di WhatsApp si è concentrato nell’implementazione della modalità scura, apparsa nel canale beta dell’app relativo al sistema operativo Android e iOS: a mancare, sino ad ora, era una caratteristica spesso messa in rilievo da Pavel Durov, creatore e CEO della rivale Telegram, ovvero la crittografia anche dei backup caricati sul cloud. Il passato è d’obbligo, perché sarebbe proprio questa la nuova feature alla quale Menlo Park starebbe lavorando per l’app di messaggistica più utilizzata al mondo (oltre 2 miliardi di utenti).

Secondo alcuni screenshot emersi in rete a seguito di una sessione di reverse engineering, ovvero di sbobinamento del codice, i leaker di WABetaInfo hanno scoperto che, celata agli occhi dei più, sarebbe in preparazione una nuova opzione all’interno delle impostazioni destinate al backup dell’app. 

Qui, tra una voce relativa all’account Google sul quale caricare i backup e una che permette di specificare cosa salvare, e se farlo solo sotto rete Wi-Fi o anche mobile, prossimamente verrà collocata l’opzione “Protect Backup” che, in sostanza, si occuperà di blindare il backup dei propri contenuti previa richiesta, del tutto opzionale, di una password.

In tal modo, nell’eventualità che l’utente scelga una combinazione alfanumerica, a protezione di quanto va a salvare online, lo stesso non sarà accessibile a nessun altro, compresi i tecnici di Facebook Inc, a meno che non si venga in possesso della summenzionata parola chiave che, però, come già precisato, potrà essere settata in via del tutto opzionale, come misura securtiva aggiuntiva.

Al momento, la novità relativa alla protezione dei backup di WhatsApp, pur riscontrata nel codice di una beta, non risulta ancora attivata in alcuna delle versioni sperimentali attualmente disponibili, rendendo – ipso facto – palese il suo essere ancora ad uno stadio iniziale: per tale motivo, anche in ragione del riserbo mostrato da Menlo Park a proposito dell’indiscrezione, non è possibile stimare le tempistiche di un suo eventuale rilascio in forma palese, per tutti.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo ammettere che WhatsApp ce ne ha messo di tempo per accorgersi di questa grossa manchevolezza: era a dir poco assurdo che tutto fosse protetto (per modo di dire) in tale app fuorché quello che si andava a salvare online, alla mercé di chiunque, e non solo degli hacker intenti in un attacco d'intercettazione man-in-the-middle. Meglio tardi che mai...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!