Iscriviti

WhatsApp e Telegram: le iniziative per una corretta informazione sul coronavirus

Le piattaforme più utilizzate ed immediate per rimanere in contatto, ovvero le chat app, scendono in campo per una corretta copertura informativa sul coronavirus, con un bot OMS per WhatsApp e (anche) un canale ufficiale di news su Telegram.

Software e App
Pubblicato il 6 aprile 2020, alle ore 11:24

Mi piace
9
0
WhatsApp e Telegram: le iniziative per una corretta informazione sul coronavirus

In piena emergenza da coronavirus, è importante non solo smentire le tante bufale che circolano in merito, ma anche disporre delle corrette informazioni, in modo da assumere un comportamento responsabile, e da non destare o provare (più di quanto normalmente già accada) panico o ansia. Per questo motivo, le due più importanti chat app di messaggistica istantanea, WhatsApp e Telegram, si sono appositamente attrezzate, da una parte con un bot ufficiale dell’OMS, e dall’altra con un canale di news verificate.

La novità relativa a WhatsApp è l’emanazione, ora anche in lingua italiana, di un bot presentato nelle scorse settimane, inizialmente in inglese, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: per fruire di tale automazione, il cui funzionamento è simile a quello del bot verificatore Facta, è necessario registrare una determinata numerazione (+41 22 501 78 34) nella propria rubrica.

A quel punto, dato a WhatsApp l’input ad aggiornare la lista dei contatti, comparirà il contatto business dell’OMS con la descrizione dello stesso, ed il badge verde della verifica: inviandogli un “Ciao”, come in una comune chat, si riceverà in risposta, dopo il benvenuto, un elenco degli argomenti coperti (tra cui i falsi miti sul tema, le cautele per proteggersi, le info sull’uso delle mascherine, il link per effettuare donazioni, le ultime notizie verificate in inglese, i casi di contagio registrati localmente o globalmente), ognuno rappresentato da un numero e da un’icona. Inviando un messaggio con l’uno o l’altra, si riceverà l’informazione corrispettiva desiderata.

Anche Telegram, che aveva già preso a sensibilizzare sul tema coronavirus tramite un set di apposite icone (alcune delle quali molto simpatiche), si è impegnata dal punto di vista informativo. Innanzitutto, è stato creato un macro-canale, Coronavirus Info, che raggruppa tutti i canali ufficiali (verificati tramite la presenza di account su altri social e via @VerifyBot) con informazioni sul covid e, sempre in questo ambito, è stato reso noto il varo di un progetto di verifica che andrà a coinvolgere tutti i grandi canali e bot ufficiali attivi.

Infine, è stato realizzato un apposito canale, intitolato “Coronavirus Covid-19 News Italia”, al quale è possibile iscriversi per ricevere notizie (il bilancio dei contagiati/guariti/vittime, fatti di cronaca inerenti, dati medico-sanitari, lo stato dell’epidemia in Europa, il contenuto dei decreti o dei provvedimenti economici, etc) da fonti verificate e accreditate

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In genere, mi trovo ad approvare le iniziative di Telegram, ma questa volta devo dire che preferisco il Bot dell'OMS, che reputo organizzato in modo più organico del libero flusso di notizie, certo verificate, che fluiscono in un Canale. A parte questo, è pur sempre positivo disporre di una fonte di notizie accertate (si spera) alla fonte, cui poter attingere con tranquillità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!