Iscriviti

WhatsApp: altri progressi per la Night Mode, chiamate vocali in arrivo sul desktop, possibili pagamenti in criptomoneta

Inizio di settimana scoppiettante per l'app più scaricata di quest'inizio di 2019, con WhatsApp che segna progressi per la modalità scura, testa le chiamate vocali per la versione web based, e si apre ai pagamenti in criptomoneta.

Software e App
Pubblicato il 20 maggio 2019, alle ore 12:39

Mi piace
6
0
WhatsApp: altri progressi per la Night Mode, chiamate vocali in arrivo sul desktop, possibili pagamenti in criptomoneta

La più scaricata, classifiche alla mano, applicazione al mondo, WhatsApp, segna un nuovo passo d’avanzamento verso l’introduzione della modalità scura e, nel contempo, prepara le chiamate vocali per la versione web based: in più, grazie a un bot di terze parti, si apre ai pagamenti in criptomonete. 

Secondo i dati recentemente pubblicati da Sensor Tower, relativi ai principali sistemi operativi mobili, Android e iOS, nei primi tre mesi del nuovo anno l’applicazione più scaricata è stata WhatsApp, con 223 milioni di download: la top five delle app più installate segna il dominio incontrastato di Mark Zuckerberg visto che, tra il secondo posto assegnato a Messenger (209 milioni), il quarto appannaggio di Facebook, ed il quinto arpionato da Instagram, è riuscita a insinuarsi solo TikTok (comprensiva della fu Musical.ly). 

Un successo del genere è frutto delle tante funzionalità che, in seguito ai test condotti, vengono introdotte a cadenza regolare. Una delle feature più attese, in tal senso, è la modalità scura che, già comparsa nelle sezioni relative allo status, alle chat, ed alle chiamate, si è ora affacciata anche in nuove sezioni, come dimostrato dalla beta 2.19.145 distribuita nel Play Store per i device Android: nello specifico, analizzando il codice della menzionata release, i leaker di WABetaInfo hanno scoperto come la cosiddetta “Night Mode” sia ormai completa nella lista dei contatti e nelle informazioni di un contatto, ma ancora a metà nelle informazioni relative ai gruppi. Purtroppo, anche iscrivendosi al programma di beta testing dell’app, al momento non è possibile sperimentare in prima persona questi progressi, per la cui tangibilità occorrerà attendere un futuro test pubblico. 

Un’altra novità che sarebbe data come in arrivo è quella che trasformerà WhatsApp web in un programma per le chiamate VoIP in concorrenza con Skype: si tratta, quindi, delle chiamate vocali, attualmente in test presso Menlo Park per valutarne la qualità complessiva. Una volta introdotte, secondo alcuni rumors all’inizio di Luglio, quale prodromo all’arrivo anche delle videochiamate, basterà sincronizzare la versione per PC o tablet con quella per lo smartphone, per trovarsi di fronte ad un’interfaccia rinnovata, visto che – all’interno delle chat – comparirà l’icona della cornetta: cliccando su quest’ultima, partirà la chiamata verso il contatto, non prima di aver autorizzato, alla prima telefonata, l’uso del microfono integrato nella piattaforma hardware. 

Dalla piattaforma di Zulu Republic, infine, arriva l’annuncio che notifica la disponibilità del bot Lite.Im che, aggiunto alla propria rubrica, permetterà di usare le chat in verde per inviare/ricevere Litecoin (LTC) e Bitcoin (BTC), di guadagnarne tramite un programma di referral, impostando la lingua di riferimento, ed esportando il proprio portafoglio (wallet). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sarebbe ora che venisse introdotta la modalità notte, visto che anche altre applicazioni, non meno complesse, hanno già preso ad integrarla: certo i lavori proseguono in tal senso, ma un po' troppo lentamente, a mio avviso. La novità relativa alle criptomonete è molto interessante: visto che WhatsApp tarda a portare anche da noi il sistema di micropagamenti in-app, già presente in altri mercati, è possibile anticipare la cosa con i bot di terze parti. Con l'arrivo delle chiamate VoIP di WhatsApp, Skype si avvia a perdere il suo monopolio: dalla concorrenza, di solito, nascono buone opportunità...sarà così anche in questo caso?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!