Iscriviti

Twitter: buoni i dati finanziari e per gli utenti attivi. Tante novità per la progressive web app di Windows

Twitter, comunicati i dati finanziari e quelli degli utenti attivi nel 2018, ha notificato alcune importanti novità per la sua piattaforma che, nell'emanazione relativa alla progressive web app per Windows, si avvicina di più alla sua variante Android/iOS.

Software e App
Pubblicato il 13 febbraio 2019, alle ore 17:28

Mi piace
5
0
Twitter: buoni i dati finanziari e per gli utenti attivi. Tante novità per la progressive web app di Windows

Il più utilizzato (per l’Occidente) servizio di microblogging, ovvero Twitter, ha appena comunicato alcuni suoi importanti dati finanziari, lasciando intuire qualche progettualità per il futuro (non propriamente ben accolta in Borsa). Ovviamente, non sono mancati gli aggiornamenti, prettamente indirizzati alla sua emanazione Windows. 

Nei giorni scorsi, Twitter ha diffuso, tramite il direttore finanziario Ned Segal, i dati relativo all’esercizio 2018 evidenziando, in armonia con quanto spiegato anche dal CEO, Jack Dorsey, come la strategia di lungo termine, volta a rendere Twitter un servizio più salutare e più orientato alle conversazioni stia pagando (motivo per il quale sono state anticipate ulteriori spese contro gli abusi online e le fake news). In effetti, i conti della piattaforma californiana iniziano a sorridere, con il primo anno di utili (1.2 miliardi, contro il 2017 terminato in passivo per 108 milioni di dollari) ed i ricavi saliti sia annualmente (a 3 miliardi, + 25%) che nel quarto trimestre del 2018 (ben al di sopra delle previsioni degli analisti).

Diverso il discorso per il numero degli utenti attivi, con un dato in chiaroscuro visto che, su base mensile, il valore (321 milioni) è in ribasso sia rispetto al terzo trimestre del 2018 (326 milioni) che rispetto al quarto trimestre (330 milioni) del medesimo anno, mentre più confortante appare il risultato (126 milioni) degli utenti attivi quotidiani (comunicato per la prima volta) del quarto trimestre 2018, se paragonato a quanto accaduto esattamente un anno prima (115 milioni). 

Messi da parte i dati finanziari e statistici in generale, è già tempo di novità per Twitter, con il responsabile di Periscope (proprietà di Twitter dal 2015), Kayvon Beykpour, che ha ufficializzato un aggiornamento (su Android e iOS) della piattaforma di live streaming in questione (usata per le dirette anche sul microblog del canarino azzurro) grazie al quale, un po’ come avviene nei talk show, sino a 3 telespettatori di un live potranno interagire col broadcaster, avviando una chiamata vocale, grazie all’uso del proprio microfono telefonico. In futuro, è intenzione dell’azienda quello di consentire un’interazione anche video, portando – alla fine – il risultato della miglioria anche, e direttamente, su Twitter.

Proprio la piattaforma principale, Twitter, nelle scorse ore ha ricevuto diversi aggiornamenti, lato server, per la sua variante Windows. Tale app, in realtà una progressive web app (disponibile per il banana phone Nokia 8110 4G con KaiOS e per gli smartphone con Windows Mobile, ma anche per pc e notebook), oltre a migliorie nel set delle emoji, nei profilo, e nei Sondaggi, ha introdotto anche la facoltà di tagliare e ridimensionare le foto che si inviano in messaggeria o quale tweet e, in più, i video inclusi negli eventi potranno essere fruiti in modalità Picture-in-Picture, in modo da non ostacolare lo scroll della TimeLine.

Dulcis in fundo, in tandem con una gestione più smart e naturale dello zoom quando si edita un’immagine da usare, nei Direct messages arriva il selettore delle emoji (accessibile dalla relativa icona che, tra l’altro, viene meglio identificata, come “Aggiungi Emoji“, dagli screen reader degli ipovedenti). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo dire che, con le modifiche attuali, Twitter per Windows (parlo del PC, dacché Windows Mobile è bell'e defunto) si avvicina finalmente di più alla controparte per Android e iOS: certo, è da mettere in conto che la progressive web app del canarino azzurro rimarrà sempre un passo indietro rispetto alle varianti più usate, lato mobile. Per il resto, sono ben lieto che le cose inizino a quadrare per Dorsey, da tempo impegnato nel migliorare la sua piattaforma, anche andando contro ai cambi di luna della Borsa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!