Iscriviti

Skype introduce la conferma di lettura e annuncia il passaggio obbligatorio a Skype 8.0

Microsoft ha annunciato la fine di Skype "Classic" ed il passaggio obbligato al moderno Skype 8.0, grazie al quale si può beneficiare di varie feature che, in futuro, comprenderanno anche la conferma per i messaggi leggi, e la crittografia end-to-end.

Software e App
Pubblicato il 17 luglio 2018, alle ore 14:53

Mi piace
11
0
Skype introduce la conferma di lettura e annuncia il passaggio obbligatorio a Skype 8.0

Skype, la celebre (300 milioni di utilizzatori) applicazione di telefonia VoIP da tempo sotto il controllo della Microsoft, si avvia a diventare sempre più applicazione di messaggistica istantanea, grazie all’arrivo della conferma di lettura per i messaggi: nel frattempo, Skype Classic si avvia alla chiusura, con tutta l’utenza che sarà chiamata a migrare sulla moderna versione 8.0.

Non esistono più le app professionali di un tempo. Linkedin ha da poco introdotto il supporto alle GIF nella sua messaggeria integrata, ed anche Skype si scopre sempre più software per le conversazioni anche effimere (specie dopo aver introdotto filtri e strumenti creativi per la fotocamera in-app): in tal senso, trova esplicazione l’arrivo – nella versione 8.26.76 di Skype Preview per iOS, Android, e Windows – della conferma per i messaggi letti (sia nelle chat individuali che in quelle collettive fino a 20 partecipanti).

Il tutto è avvenuto non sull’esempio di WhatsApp, che ha previsto la famosa spunta blu, ma come in Messenger: in pratica sotto al messaggio letto compare un pallino per ogni lettore, identificato via miniatura. In ottica privacy, giova ricordare – inoltre – che è possibile disabilitare tale conferma di lettura in due modi: o mettendosi in stato “invisibile”, o – di default – dall’apposito toggle collocato nelle impostazioni.

Nell’attesa di avere in pianta stabile tale funzione, tra qualche settimana, gli utenti di Skype dovranno confrontarsi con un cambio quasi epocale. Skype a 32bit continuerà a esistere, ma la versione 7.0, più volte etichettata comeClassic per la sua interfaccia vecchia maniera e feature molto apprezzate (finestre multiple), non verrà più supportata dal 1° Settembre, con tutti gli utenti del VoIP che dovranno migrare alla versione 8.0, piuttosto simile tra ambito mobile ed ambiente Windows 10.

Con Skype 8.0, si può già disporre di pratiche feature come la condivisione in tempo reale dei file (max 300 MB) via trascinamento, una galleria multimediale divisa per chat e con criterio cronologico, l’uso delle menzioni con la chiocciola, e le videoconferenze HD anche collettive (fino a 24 utenti, con sharing di schermo e contenuti). In più, finita l’estate, si potrà beneficiare di ulteriori funzionalità, come l’invio semplificato per gli amici, la registrazione sul cloud delle chiamate (gli interlocutori saranno notificati della cosa), la generazione di link per far partecipare a chat e le videocall, la crittografia end-to-end mutuata da Signal, ed uno spin-off per iPad

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Microsoft deve fronteggiare il notevole calo di popolarità di Skype: nei mesi scorsi, lo ha fatto attraverso la ricetta della creatività, per svecchiare l'app e renderla più "giovane". Ora, invece, si punta sul "business", con feature già attive ed in arrivo, che sicuramente faranno felici i professionisti: sarà sufficiente per risalire la china?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!