Iscriviti

Messenger per Android/iOS ora supporta la condivisione dello schermo

Col proposito di avvicinare le persone, costrette al distanziamento sociale causa coronavirus, Facebook ha reso noto di aver attivato nella versione mobile di Messenger per device iOS e Android, la condivisione dello schermo: ecco come funziona.

Software e App
Pubblicato il 17 luglio 2020, alle ore 08:25

Mi piace
6
0
Messenger per Android/iOS ora supporta la condivisione dello schermo

L’avvento della pandemia da coronavirus ha cambiato molte abitudini, imponendo il distanziamento sociale, in ragione del quale si sono affermati lo smart working in ambito professionale e la FAD (formazione a distanza) in ambito educational.

Visto tale trend, molte grande realtà hi-tech hanno apportato il loro contributo, con la conseguenza che per diverse applicazioni di videochiamata si è avuta una sorta di seconda giovinezza, mentre, per il resto, si sono affermate anche diverse altre app, ad es. per i meeting online. Facebook Messenger, nelle scorse ore, si è attrezzata in merito attraverso un nuovo aggiornamento, lato mobile per Android e iOS, che porta in dote un’attesissima novità.

Secondo quanto comunicato da Nora Micheva, product manager di Facebook, “in questo periodo le persone stanno cercando di rimanere in contatto più che mai” e “per avvicinare le persone una volta di più“, si è pensato ad una nuova funzione, rappresentata dalla possibilità, per l’utente, di condividere lo schermo con i propri amici, colleghi, e familiari, onde renderli partecipi di quello che si sta facendo, che sia lo scrolling di una galleria d’immagini, l’acquisto di un prodotto, o la navigazione in Rete.

Per sfruttare tale funzionalità, il cui roll-out globale terminerà in pochi giorni, avviata una videochiamata, basta tippare sulla voce “Condividi lo schermo” (Share your screen) posta in basso: da Menlo Park si rende noto che ciò è possibile sia nell’ambito di una classica videocall one-to-one, sia nel corso di una videochiamata di gruppo (8 utenti max), che avvalendosi di una sessione di Rooms (Stanze). 

In quest’ultimo caso, inizialmente la funzione potrà essere impiegata con massimo 16 persone ma, in seguito, si arriverà a ben 50 e, in più, all’organizzatore delle Stanza sarà offerta la facoltà di stabilire a chi, dei partecipanti, sia concesso, o meno, di condividere lo schermo del proprio terminale mobile animato da Android o iOS. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Quella di Facebook, mi è parsa una buona idea, capace di creare un senso di partecipazione e di simbiosi tra persone lontane, in attesa che il distanziamento sociale non sia più necessario come oggi: a questo punto, però, Messenger diventa ancora più completo (nemmeno FaceTime ha lo screen sharing) visto che, sino a poco tempo fa, per ottenere un risultato simile era necessario usare pesanti app di terze parti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!