Iscriviti

Messenger Lite: avviato il roll-out dell’invio GIF in-app e di varie personalizzazioni per le chat

Secondo un comunicato di Facebook, è partito il roll-out di alcune funzionalità per il suo celebre Messenger Lite, pesante appena 10 MB in locale, grazie alle quali cambierà notevolmente il modo in cui avvengono le conversazioni con amici e familiari.

Software e App
Pubblicato il 6 dicembre 2018, alle ore 09:36

Mi piace
5
0
Messenger Lite: avviato il roll-out dell’invio GIF in-app e di varie personalizzazioni per le chat

Col passare del tempo, Facebook ha reso le sue applicazioni principali sempre più complete, ma anche pesanti e, quindi, inadatte per gli smartphone poco potenti, con storage ridotto, e per quelli utilizzati in Paesi ove le connessioni sono lente e costose. Per tale motivo, anche nel caso della sua chat, ha predisposto delle edizioni lite, però più limitate quanto a funzionalità: oggi, Messenger Lite si avvicina alla sua controparte normale, cambiando il modo in cui avvengono le conversazioni.

Attualmente, il normale Messenger pesa 47 MB, mentre la sua alternativa Lite – adoperata per conversare con amici e familiari in oltre 100 mercati, pur avendo implementato un meccanismo di chat video ai principi dell’anno (abbassando notevolmente i requisiti necessari per la relativa gestione), ne occupa appena 10, defalcando – però – molte altre funzionalità apprezzate.

Alcune di queste, quindi, stanno per fare il loro ingresso anche nella versione alleggerita del summenzionato Messenger Lite, senza gravare eccessivamente sulla sua encomiabile agilità e leggerezza, grazie al roll-out ufficializzato da Menlo Park nelle scorse ore. 

Nella distribuzione in corso, Messenger Lite erediterà una feature riguardante le GIF animate. Queste ultime, già ricevibili in passato, ora possono anche essere inviate in-app, sebbene non attraverso una piattaforma integrata: nello specifico, Facebook – comunque intenzionata a conservare la snellezza dell’app – consiglia di avvalersi, allo scopo, di una tastiera di terze parti, sul modello della famosa Gboard creata da Google. 

Volendo, come novità aggiuntive citate dal portale “Engaged”, sarà anche possibile inviare all’interlocutore dei file, tippando l’icona dell’addizione (+) in una conversazione e selezionando, di seguito, un contenuto dal proprio storage o galleria locale. In più, sarà possibile associare un nome alla conversazione, o cambiare il nickname dell’interlocutore, variare il colore delle nuvolette testuali (le bolle) nelle chat (ad oggi, ancora fermo al blu), e condividere un emoji che vada oltre il pollice in sù.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non invidio gli utilizzatori di Messenger: sono divisi tra due esigenze differenti. Avere un'app completa ma pesante, o una leggera ma incompleta: per fortuna, con qualche escamotage, i programmatori di Menlo Park stanno riuscendo a integrare in Messenger Lite diverse funzioni del fratello maggiore, senza gravare troppo sul suo peso. Speriamo che il trend, e la non facile quadratura del cerchio, duri ancora a lungo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!