Iscriviti

Instagram, con funzione Archivia e segnalazione contenuti sponsorizzati

Instagram ha annunciato una serie di novità che vanno nella direzione di una maggiore trasparenza, rendendo più distinguibili i contenuti sponsorizzati, e di una miglior gestione di quanto postato dall'utenza standard, grazie alla nuova funzione "Archivia".

Software e App
Pubblicato il 15 giugno 2017, alle ore 10:37

Mi piace
13
0
Instagram, con funzione Archivia e segnalazione contenuti sponsorizzati
Pubblicità

Instagram, il noto social network mobile basato sulla condivisione di immagini, video, e Storie, da qualche tempo di proprietà di Facebook, ha annunciato una serie di novità all’insegna della trasparenza, e di una migliore gestione dei contenuti sulla sua piattaforma. Vediamo, insieme, di cosa si tratta.

La prima novità, annunciata direttamente dagli sviluppatori di Instagram, contribuirà ad un rapporto più trasparente tra la comunità del social ed i contenuti sponsorizzati, realizzati da blogger ed opinion maker sulla base di richieste e contributi economici di editori e partner commerciali. Nello specifico, Instagram ha dichiarato che i rapporti tra creatori di contenuti ed imprese è strategico nell’esperienza del network che, dal canto suo, dev’essere aperto con le partnership realizzate a pagamento: tuttavia, il rapporto tra queste ultime e l’utenza dev’essere improntato alla massima trasparenza possibile e, per questo motivo, si è pensato di rendere maggiormente distinguibili i contenuti sponsorizzati.

Come? Semplice: ogni volta che ci si imbatterà in uno di questi contenuti, sotto il nome dell’utente, ove già ora si può inserire la località dello scatto o del video, comparirà la dicitura “Paid partnership with” (Partnership pagata con), recante il nome di chi ha finanziato quel determinato contenuto apparso nel NewsFeed. Inoltre, assieme a quest’innovazione utile all’utenza “passiva”, ne arriverà anche un’altra che, invece, permetterà a creatori di contenuti ed editori di analizzare i dati “Insights” dei post, si da valutare il coinvolgimento degli utenti verso il contenuto frutto della collaborazione sponsorizzata. 

Secondo quanto comunicato dall’azienda di Menlo Park, il sistema testé illustrato – per meglio distinguere i contenuti sponsorizzati – verrà attivato nelle prossime settimane, e partirà con un numero selezionato di partner scelti a scopo di test ma, nei mesi successivi, con roll-out progressivi, si estenderà la funzione anche ad altri content maker. 

Nel frattempo, una novità è già arrivata in dotazione agli utenti di Instagram, col rilascio della versione 10.21 della relativa companion app per Android, e iOS: si tratta della funzionalità “Archivia” già preannunciata nelle scorse settimane, e concepita per permettere agli utenti di mettere da parte gli scatti di cui si sono pentiti, o che hanno avuto uno scarso riscontro in termini di like, senza la necessità di eliminarli, e – anzi – offrendo loro la comoda possibilità di un ripristino in un secondo momento.

Per avvalersi di cotal feature, installata la nuova release di Instagram, è necessario portarsi su un proprio contenuto ed accedere al menu di scelta rapida che si apre non appena si tippa sui 3 puntini orizzontali in alto a destra: a questo punto, tra le varie opzioni, basterà scegliere “Archivia” perché la foto venga tolta dal proprio flusso informativo, e ubicata in una sezione disponibile per il solo proprietario dell’account. A quest’ultima, si potrà accedere dal proprio profilo, tippando l’icona dell’orologio collocata sempre in alto a destra: volendo ripristinare il contenuto, sarà sufficiente – infine – scegliere l’opzione “Mostra sul profilo” (Show on Profile). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Come già detto in passato, trovo che la funzione relativa all'archiviazione dei propri contenuti meno interessanti sia utile: tuttavia, credo sia anche molto furba, perché evita ad Instagram che alcuni contenuti possano essergli sottratti, tramite l'eliminazione definitiva (comunque possibile). L'altra novità, che renderà maggiormente distinguibili i contenuti sponsorizzati, è - invece - a dir poco necessaria ed urgente: in questo modo, l'utente finale potrà decidere con maggiore consapevolezza che opinione farsi di un dato contenuto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!