Iscriviti

Google Foto: modalità Ambient su Android TV, test occulti per mappe GPS e restyling

Mountain View, dopo essersi molto occupata di YouTube e di Maps, torna ad attenzionare il proprio servizio volto a organizzare ed ospitare i contenuti multimediali dei propri utenti, attraverso lo sviluppo di nuove funzionalità di prossimo varo.

Software e App
Pubblicato il 16 giugno 2020, alle ore 10:56

Mi piace
6
0
Google Foto: modalità Ambient su Android TV, test occulti per mappe GPS e restyling

Tra i servizi più celebri di Alphabet, la holding di Google, rientra senz’altro l’utilizzatissimo Google Foto che, dopo aver acquisito la capacità di ereditare le foto da Facebook, in nome dell’interoperabilità delle piattaforme, avviato (forse) il roll-out della modalità Ambient sulle Android TV, ha iniziato a lavorare su un piccolo restyling del client Android, e su un’attesissima funzione riorganizzativa.

La prima novità sperimentale a cui Google sta lavorando per il servizio Google Foto proviene da 9to5Google che, durante il consueto appuntamento “APK Insight“, analizzando la release 4.38 di Google Foto, vi ha rinvenuto tracce di alcuni cambiamenti, riposizionamenti e ridimensionamenti, nelle impostazioni ma, soprattutto, l’evidenza di alcuni mutamenti per Cerca.

Tale sezione, nei progetti di Google, non campeggerà sempre in alto, ma sarà al secondo posto nella barra in basso: qui, avviata, presenterà nel relativo form dei suggerimenti e, sotto, le sotto-sezioni “Persone”, con miniature più grandi, “Posti”, e “Cose”, ognuna delle quali preceduta in alto a destra dalla scorciatoia “Visualizza tutte”.

Dal programmatore Alessandro Paluzzi (@alex193a), mediante una sessione di reverse engineering attuata sulla release 4.52 del photo-sharing / cyberlocker di Big G, arriva la rivelazione che prospetta l’organizzazione delle foto e dei video, realizzati dall’utente o con quest’ultimo condivisi, mediante i dati GPS dei contenuti multimediali (allegati dall’app fotocamera adoperata). 

La funzione in questione, che localizzerebbe foto e video anche in base al riconoscimento dei punti d’interesse immortalati e grazie alla cronologia delle posizioni, apparirebbe, sotto forma di widget, in calce alla voce “Luoghi”, nella sezione “Cerca”: qui, oltre a un elenco di posizioni, con cui far partire la ricerca, sarebbe presente un pulsante che, premuto, avvierebbe la funzione, con possibilità di esplorare una mappa, focalizzandosi sulle “zone di calore”, segno che – in quei determinati punti – sono presenti varie foto o video. Tippando su una foto in particolare, verrà caricata un’anteprima della mappa relativa al luogo dello scatto, con possibilità di aprirla in Maps e di aggiungervi una descrizione.

Al momento, in attesa di un’attivazione della stessa da server remoto, la funzione che permetterà di esplorare foto e video in base alla relativa posizione GPS sembra decisamente completa, ma non ancora visibile a tutti e quindi non utilizzabile. 

Nel frattempo, la modalità “Ambient” tipica di Google Foto, già abilitata su diversi smart display, sembrerebbe essere arrivata anche sugli schermi delle Android TV, attraverso un’opzione che, sita nella Home, abiliterebbe a settare Google Foto come sfondo per il desktop dell’interfaccia: visti i pochi casi riscontrati, però, no è ancora chiaro se tale evento rasenti un avvio di roll-out, un test limitato, o l’evidenza di un momentaneo bug. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Finalmente, la funzione per organizzare le foto in base alle loro posizioni è pronta, ed è verosimile che arriverà molto presto: sino a poco tempo fa, per ottenere un risultato simile occorreva rivolgersi a soluzioni di terze parti, come l'app Photo Map di Levion Software. Ora, grazie a tale novità, richiesta a gran voce da molto tempo, non vi sarà più bisogno di installare un'ulteriore app sul proprio smartphone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!