Iscriviti

Facebook: schede in stile Wikipedia, Messenger per imprese e con autenticazione biometrica

Secondo quanto confermato ufficialmente, Facebook, che ha rilasciato una casella postale business per Messenger, ha avviato 2 test, di cui uno per l'autenticazione biometrica della propria chat-app, e l'altro per combattere le bufale sulla propria piattaforma.

Software e App
Pubblicato il 14 giugno 2020, alle ore 23:40

Mi piace
7
0
Facebook: schede in stile Wikipedia, Messenger per imprese e con autenticazione biometrica

Facebook, il social network a maggior diffusione a livello planetario, intento ad essere tra le prime piattaforme che forniranno report pubblici mensili sulla lotta alla disinformazione, ma che compie ancora diversi errori nel moderare i propri contenuti (circa 300 mila post rimossi per sbaglio ogni dì), ha avviato un test che porterà al suo interno le informazioni tratte da fonti attendibili. Nel contempo, ha attenzionato anche Messenger, sia in tema di sicurezza e privacy, che di rapporto tra aziende e rispettive clientele. 

Ormai da tempo Facebook integra, al suo interno, un motore di ricerca, il Facebook Search, che permette agli utenti di trovare Pagine, persone, gruppi presenti sulla piattaforma, con la conseguenza – però – che quando si è curiosi di sapere qualcosa in più su un personaggio pubblico, un atleta, un cantante, un film, si finisce immancabilmente per rivolgersi a Google, uscendo dal social. Onde evitare ciò, e guadagnare una maggior permanenza degli iscritti in platform, Menlo Park ha avviato un test, confermato a TechCrunch, che mira ad arricchire Facebook Search, con – sulla destra – delle schede informative formate da dati tratti da fonti autorevoli pubblicamente disponibili, tra qui la Wikipedia.

Al momento la sperimentazione, attiva per la piattaforma iOS, e per quella desktop (per PC e mobile), coinvolgerebbe alcuni utenti in lingua inglese, scelti casualmente, e presenterebbe qualche incoerenza: digitando “Joker”, risultano già disponibili i prospetti informativi relativi al colossal interpretato da Joaquim Phoenix, mentre ancora nulla compare in merito al film coreano Parasite, acclamato alla notte degli Oscar. Sui videogame, inoltre, il pannello informativo laterale non risulterebbe presente, con i soli e classici rimandi alle Pagine, interne al social, dedicate ai vari titoli. 

Al momento non è noto quanto tempo richiederà il collaudo della novità in questione ma, intanto, viene data come in arrivo nei prossimi mesi, dopo il test appena avviato, un’ulteriore funzione, volta a portare l’autenticazione biometrica su Messenger, per sottrarre ad occhi indiscreti le proprie conversazioni, anche a smartphone già sbloccato. In sostanza, si potrà richiedere la certificazione dell’identità via TouchID o Face ID, stabilire dopo quanto tempo vada ripetuta la procedura dall’ultima autenticazione e, nel caso che a sistema siano disattivate la scansione dell’impronta o del viso, richiedere la digitazione di un particolare codice. 

A seguito del Covid-19, Facebook Inc ha lanciato diverse iniziative a supporto delle aziende, come la possibilità di vendere buoni regalo, o di gestire gli ordinativi di cibo dei propri clienti, e un programma di sostegno per le piccole imprese (ad oggi attivo in Canada e USA): dopo gli annunci dello scorso Maggio, arriva (ad oggi per iOS, ma anche per Android nelle settimane a venire) una nuova casella postale, all’interno di Messenger, che permetterà agli imprenditori, che abbiano il loro profilo Facebook associato alla Pagina della loro azienda, di rispondere alle domande dei propri clienti (es. riapertura attività, variazione orari, consegna e ritiro merci dal marciapiede) direttamente dal Messenger che già usano per interagire con amici e parenti, senza dover vivere la frustante esperienza di doversi alternare con un’altra app apposita.

L’abilitazione della novità avverrà automaticamente, e non richiederà alcun intervento da parte del titolare dell’account, che potrà rispondere ai messaggi dei clienti come sé stesso, o come azienda. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Messenger, anche alla luce del suo crescente impiego a favore delle aziende, necessitava di una maggior sicurezza e, quindi, non stupisce che si stia aprendo all'autenticazione biometrica: il social, intanto, fa bene a lavorare sui contenuti di qualità, per combattere la disinformazione, oltre che con la nuova sezione News, anche con i dati tratti da fonti autorevoli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!