Iscriviti

Vercelli, partorisce sul pianerottolo e gli operatori del 118 salvano il bambino

Il lieto, quanto bizzarro evento, è avvenuto a Vercelli. Protagonista una mamma di 30 anni che a seguito delle ripetute contrazioni non è riuscita a raggiungere l'ospedale ma è stata costretta a partorire sul pianerottolo di casa sua.

Salute
Pubblicato il 26 aprile 2019, alle ore 15:23

Mi piace
11
0
Vercelli, partorisce sul pianerottolo e gli operatori del 118 salvano il bambino

Mamma e figlio stanno benissimo grazie al pronto intervento degli operatori del 118. Il lieto evento è avvenuto a Vercelli.

L’intenzione della mamma era quella di recarsi all’ospedale ma le frequenti contrazioni ed il cordone ombelicale intorno al piccolo non le hanno permesso di farlo ed anzi l’hanno costretta a partorire sul pianerottolo di casa.

Il parto

I forti dolori delle contrazioni hanno spinto la mamma a chiamare il 118. Gli operatori sanitari, Adil Ramzi e Gabriele Gobbato, al loro arrivo, hanno trovato la futura mamma che sanguinava e con le acque rotte; per questo motivo, hanno predisposto una sala parto improvvisata sul pianerottolo in modo da far partorire la donna. 

Adil ha notato subito che il piccolo era in sofferenza respiratoria poiché aveva il cordone ombelicale intorno al collo. Appena nato, il bimbo era cianotico e, per questo motivo, l’operatore ha proceduto ad un massaggio per 4 secondi e, dopo due colpetti, il piccolo ha iniziato finalmente a piangere. Nella confusione generale, anche la suocera della neo mamma ha avuto bisogno di cure perché accortasi che la vita del nipotino poteva essere in pericolo si è messa a gridare.

Il piccolo Zakaria e la mamma sono stati trasportati in ambulanza all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli; il papà, che in quel frangente era fuori per lavoro, li ha raggiunti successivamente. Zakaria pesa 3 kg e 400 grammi e sta bene.

I due operatori del 118 sono poi andati a trovare nuovamente il piccolo e la mamma nella stanza d’ospedale per accertarsi che i due stessero bene. Adil ha dichiarato che quello era il suo secondo parto e che ogni giorno c’è da imparare e non ha mai paura di affrontare nuove sfide. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Dopo tante storie di maltrattamenti sui minori, finalmente una storia che invece racconta della vita. Il piccolo Zakaria ha proprio scelto un modo bizzarro di venire alla luce. Nascere in ospedale evidentemente era troppo scontato per lui. Ha preferito iniziare la sua nuova vita in un modo molto particolare ed inusuale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!