Iscriviti

Vaccino Coronavirus: cosa succede se non si riesce a trovare?

Gli scienziati di tutto il mondo stanno lavorando senza sosta allo sviluppo di un vaccino per il Coronavirus. Gli esperti, però, spingono i governi a pensare anche ad un piano b

Salute
Pubblicato il 13 maggio 2020, alle ore 11:58

Mi piace
0
0
Vaccino Coronavirus: cosa succede se non si riesce a trovare?

L’emergenza Coronavirus ha ormai interessato tutto il mondo e tutte le nazioni, specie le più colpite, sperano che un vaccino venga sviluppato e testato quanto prima. Un impegno a cui stanno lavorando tutti i governi e le società farmaceutiche. Ma cosa succederebbe se un vaccino non venisse mai trovato? Esiste un piano b?

Molti esperti, infatti, stanno iniziando a pensare ad un piano B, ovvero a cosa fare se un vaccino non dovesse arrivare o quantomeno se questo non dovesse succedere in tempi molto brevi.

Vaccino Coronavirus: le difficoltà ed i punti a favore

A nostro favore gioca il fatto che il covid 19 non muta velocemente come altri virus che già conosciamo. Questo fa ben sperare.

Alcuni scienziati, però, restano cauti e temono che il tempo necessario per poter avere a disposizione un vaccino possa essere lungo. Anthony Fauci, immunologo della task force della Casa Bianca ha parlato anche di 18 mesi necessari per avere un vaccino.

Bisogna, infatti, tenere in considerazione che non soltanto il vaccino va sviluppato ma è importante anche testare e provare che sia ben sicuro e possa quindi non causare effetti collaterali troppo devastanti.

“Ci sono un centinaio di progetti allo studio con varie tecniche, ognuna delle quali ha vantaggi e svantaggi non sappiamo se e quale candidato arriverà al risultato sperato” ha dichiarato l’immunologo e ordinario di Patologia Statale di Milano Sergio Abrignani. “Nel mondo normale ci vogliono dai cinque ai dieci anni, con una media di otto per arrivare in farmacia con un vaccino. Secondo la mia esperienza, pur con tutte le scorciatoie del caso, sarà difficile avere un vaccino prima di due anni se vogliamo essere certi di due cose fondamentali: che sia sicuro e induca una risposta immunitaria protettiva, possibilmente duratura. Quando sento parlare di un vaccino pronto per settembre per me è fantascienza, e vorrei tanto essere smentito”.

Coronavirus, Vaccino: esiste un piano B?

Consci delle tante difficoltà per arrivare ad un vaccino, gli scienziati stanno suggerendo ai governi di ragionare anche cercando un piano B che sostanzialmente consiste nel convivere a lungo termine con il virus.

Purtroppo in passato è già successo che alcuni virus non potessero essere sconfitti con un vaccino o che quest’ultimo richiedesse molto tempo per essere sviluppato. La storia ci insegna che può succedere.

Per ottenere un vaccino contro la varicella, ad esempio, ci sono voluti 28 anni e per il papilloma virus 15.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!