Iscriviti

Vaccini Covid-19, Pfizer, BioNTech e Moderna guadagnano mille dollari al secondo: "I paesi più poveri vengono ignorati"

Come riportato dal sito "Adnkronos" le due organizzazioni senza scopo di lucro Emergency e Oxfam hanno denunciato le aziende farmaceutiche per il grosso guadagno ricavato sui vaccini contro il Covid-19.

Salute
Pubblicato il 16 novembre 2021, alle ore 19:48

Mi piace
2
0
Vaccini Covid-19, Pfizer, BioNTech e Moderna guadagnano mille dollari al secondo: "I paesi più poveri vengono ignorati"

Secondo le ultime ricerche, riportato tra l’altro dal sito Adnkronos, l’agenzia di stampa multicanale di informazione e comunicazione italiana Pfizer, BioNTech e Moderna, le tre aziende farmaceutiche che hanno messo sul mercato e sviluppato il vaccino contro il Covid-19, starebbero guadagnando delle cifre fin troppo importanti ignorando così i paesi più poveri del mondo.

Oxfam Italia ed Emergecy, in un duro comunicato, accusano proprio le aziende farmaceutiche di star ignorando di loro spontanea volontà i paesi più poveri del mondo con il solo scopo di guadagnare di più nel vendere i loro vaccini agli stati europei.

Le accuse di Emergency e Oxfam

“È vergognoso che un pugno di aziende stia guadagnando milioni di dollari all’ora, mentre appena il 2% della popolazione dei paesi a basso reddito ha ricevuto un ciclo vaccinale completo” afferma Sara Albiani, policy advisor sulla salute globale di Oxfam Italia e Rossella Miccio, Presidente di Emergency che poi aggiungono: “Pfizer, BioNTech e Moderna continuano a sfruttare la loro posizione di monopolio, dando priorità ai contratti ovviamente più redditizi stipulati con i Paesi ricchi, incuranti del fatto che ad essere tagliate fuori sono più di 500 milioni di persone che vivono nei Paesi più poveri.

La PVA invece stima che le tre aziende farmaceutiche, secondo gli ultimi accordi, dovrebbero guadagnare all’incirca 34 miliardi di dollari di utili, il che equivale a più di mille dollari al secondo, 65.000 dollari al minuto o 93,5 milioni di dollari al giorno.

La situazione dei vaccini in Africa

Nonostante abbiano ricevuto miliardi di dollari con i vaccini a oggi Pfizer, BioNTech e Moderna continuano imperterriti nel rifiutare di condividere brevetti, che aiutrebbe non poco a sviluppare e incrementare le vaccinazioni per i paesi più poveri del mondo, come in Africa.

Come riportato dal sito di Amref, un’organizzazione non governativa internazionale che si propone di migliorare la salute in Africa, nei paesi più poveri si contano 8.501.503 contagi e 218.568 decessi legati al COVID-19, ove i paesi più colpiti sono il Sudafrica, Marocco, Tunisia, Etiopia e Libia. Malgrado la forte emergenza attualmente l’Africa conta solamente il 6% della popolazione vaccinata, dati nettamente inferiori dell’Europa (54,94%) e gli USA (56,85%).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - La situazione in Africa è totalmente disastrosa, e ignorare un paese che sta andando a pezzi a causa del Covid-19 (e non solo in realtà, poiché sono aumentati gli abusi domestici a causa della pandemia) è da incoscienti. Spero vivamente che questi contratti a più zeri vengono messi da parte per aiutare tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!