Iscriviti

USA: le sigarette elettroniche continuano a uccidere le persone che ne fanno uso

È salito a cinque il numero dei decessi, mentre sono 450 i casi di malattia polmonare che sono stati riscontrati dai medici: si tratta di una situazione preoccupante.

Salute
Pubblicato il 8 settembre 2019, alle ore 19:40

Mi piace
6
0
USA: le sigarette elettroniche continuano a uccidere le persone che ne fanno uso

Negli Stati Uniti continua a preoccupare il caso delle sigarette elettroniche, in quanto aumenta il numero delle persone che si ammalano ai polmoni. Inoltre, è arrivato a cinque il numero dei decessi, e ci sono 450 casi di malattia polmonare che, finora, sono stati riscontrati.

Sono arrivate le prime parole del direttore del centro nazionale dipendenze e doping dell’istituto superiore di sanità che ha spiegato la mancanza di studi rispetto a questa problematica e che c’è la necessità di avere una massima prudenza. L’oncologo ha spiegato che le sigarette elettroniche riducono sicuramente il danno del cancro e i danni a breve termine derivanti dalla sigaretti, ma al tempo stesso ci sono anche dei difetti.

I cinque decessi avvenuti negli Usa

Le sigarette elettroniche hanno degli alti livelli di metalli pesanti, e per questo motivo aumenta il numero delle vittime in riferimento all’utilizzo delle e-cig. Recentemente in California, c’è stato il terzo decesso in meno di due giorni, mentre gli altri decessi si sono verificati in Minnesota, Indiana, Illinois e Oregon.

Inoltre deve far riflettere l’aumento del numero dei casi di malattia polmonare arrivato a 450. Le autorità di New York hanno posto l’accento su una prima sostanza sospetta: si tratta dell’acetato di vitamina E che è stato trovato nei liquidi a base di marijuana. Il direttore Roberta Pacifici, in merito alla tematica, ha fatto notare che le sigarette elettroniche vanno considerate al pari delle tradizionali, e che non è vero che non hanno alcun effetto sulla salute.

C’è stata una ricerca sui topi presso il Baylor college of medicine di Houston che rende l’idea di quanto facciano male le sigarette elettroniche. Questa ricerca ha dimostrato che sia il fumo normale della sigaretta, il fumo e i vapori dei solventi delle sigarette elettroniche, vanno a danneggiare la superficie dei polmoni. Uno degli autori della ricerca, corrispondente al nome di Farrah Kheradmand, ha affermato la necessità di svolgere ulteriori ricerche riguardo ai solventi usati nelle sigarette elettroniche.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano Perrotta

Gaetano Perrotta - I decessi avvenuti in queste settimane devono far comprendere quanti danni possano creare le sigarette elettroniche. Sono delle vere bugie gli studi secondo i quali le sigarette elettroniche non fanno male come le sigarette normali, basti pensare a quello che sta succedendo negli Stati Uniti, dove sta diventando un fenomeno sempre più diffuso e ci si ammala con facilità ai polmoni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!