Iscriviti

Una ricerca afferma che gli uomini sono più intelligenti delle donne

Secondo una ricerca condotta dall'Erasmus University di Rotterdam gli uomini avrebbero un QI superiore a quello femminile ed un cervello più grande, quindi sarebbero più intelligenti. Il resto della comunità scientifica però si oppone e si divide.

Salute
Pubblicato il 4 luglio 2017, alle ore 17:10

Mi piace
13
0
Una ricerca afferma che gli uomini sono più intelligenti delle donne
Pubblicità

I ricercatori dell‘Erasmus University di Rotterdam, nei Paesi Bassi, hanno condotto una ricerca che punta a dimostrare che gli uomini sono in media più intelligenti delle donne. Non serve dire che tale studio ha sollevato non poche polemiche, sia da parte della popolazione media, sia da parte di illustri esponenti della comunità scientifica. La rivista di psicologia Intelligence ha pubblicato la ricerca traendo delle controverse conclusioni.

Dimitri van der Linden, lo studioso a capo della ricerca, ha dichiarato “Abbiamo scoperto che i cervelli maschili sono più grandi delle donne e la nostra analisi suggerisce che questa è la ragione della minore intelligenza generale media in una serie di test”. Seguendo questo semplice ragionamento, ossia basandosi praticamente soltanto sulle dimensioni del cervello, la rivista Intelligence ha riportato che il QI degli uomini è quattro punti superiore a quello delle donne.

Il gruppo di studiosi, capitanato da Van der Linden, ha condotto la ricerca eseguendo delle risonanze magnetiche su 875 volontari di età compresa tra i 22 e i 37 anni. Da queste risonanze è stato possibile misurare il volume del cervello di ciascun volontario e le corrispettive aree situate nella corteccia cerebrale, in particolar modo quella legata al funzionamento dei pensieri e delle azioni coscienti.

Successivamente i volontari hanno eseguito delle prove di abilità, come test di memoria o test di intelligenza. I risultati ai test hanno evidenziato un punteggio medio superiore di 3,75 punti, degli uomini rispetto alle donne, nelle prove di intelligenza. Mentre le donne hanno ottenuto un punteggio superiore a quello maschile nelle prove di memoria.

Lo studio è stato pesantemente criticato da importanti esponenti della comunità scientifica, tra i quali il neuroscienziato britannico Adrian Owen. Il neuroscienziato ha infatti dichiarato che le valutazioni sull’intelligenza basate prettamente sul QI sono insignificanti poichè tale misurazione non può essere applicata alla vita quotidiana, in pratica si tratta solo di un numero poco indicativo.

Una scrittrice scientifica, Saini, famosa per le sue pubblicazioni che trattano di come la scienza abbia continuamente sottovalutato l’intelligenza femminile, ha voluto rilasciare una dichiarazione al Sunday Times dicendo che “è scientificamente ben accertato che in media non esiste alcuna differenza tra donne e uomini per quanto riguarda l’intelligenza generale. Per più di 100 anni gli anatomisti maschili e i neuroscienziati hanno cercato di trovare la prova dell’inferiorità intellettuale delle donne confrontando il loro cervello con quello degli uomini. È sorprendente che nel ventunesimo secolo questo tentativo di sminuire le donne non sia terminato“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lorenzon

Chiara Lorenzon - In pratica i soldi destinati alla ricerca sono stati buttati in uno studio che non ha scoperto nulla se non la media delle dimensioni encefaliche maschili. D'altra parte si sa che gli uomini sono più interessati alle dimensioni piuttosto che alla qualità, e questo vale anche per il cervello e il QI.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fernando Spagnolo
Fernando Spagnolo

06 luglio 2017 - 18:54:12

secondo me dipende da persona a persona non ad l'encefalo della persona ci sono donne molto encefalicamente dotate e cosi vale anche gli uomini !!

0
Rispondi
Linda Bagnati
Linda Bagnati

06 luglio 2017 - 00:21:25

Innanzitutto mi chiedo: cosa spinge questi ricercatori a voler addirittura provare scientificamente la superiorità intellettiva di un genere anziché di un altro? È ormai ben risaputo che l'intelligenza non è questione di genitali..C'è forse bisogno di ulteriori indagini? E se sì, a quale scopo? Mah

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

04 luglio 2017 - 19:39:17

Cazzate (le tesi della ricerca).

0
Rispondi