Iscriviti

Una campagna contro il cibo spazzatura in gravidanza

Una recente campagna shock brasiliana sugli effetti negativi del cibo spazzatura in gravidanza suscita scandalo per le sue immagini forti e fa riflettere le mamme di tutto il mondo.

Salute
Pubblicato il 17 settembre 2015, alle ore 13:37

Mi piace
1
0
Una campagna contro il cibo spazzatura in gravidanza

Ascolta questo articolo

Una nuova campagna, studiata per la Pediatric Society of Rio Grande brasiliana e realizzata dall’agenzia Paim, ha suscitato in questi ultimi giorni molto scalpore e ha fatto parlare molti giornali, tra cui il “Daily Mail”.

Nei manifesti vediamo una neo-mamma che allatta il suo bebè. Un’immagine all’apparenza molto tenera, se non fosse che il neonato succhia dal seno della mamma non il latte ma un hamburger tipico dei fast-food. Sempre nell’ambito di questa campagna troviamo altre immagini, fra cui una in cui dal seno materno esce una bicchiere di soda con ghiaccio o, in un’altra ancora, una ciambella gigante. Lo slogan della campagna toglie ogni dubbio sul significato di queste immagini molto forti: “Tuo figlio mangia ciò che mangi tu”. Insomma si tratta di una campagna il cui obiettivo primario è ricordare alle neo-mamme (anche quelle future) i pericoli che si nascondono dietro al cibo: mangiare male in gravidanza, cioè mangiare cibi ricchi di sostanze nocive e/o poco nutrienti, può essere un comportamento che si ripercuote sulla salute del proprio bambino.

Claudio Giorlandino, ginecologo e segretario generale Sidip, Italian College of Fetal Maternal Medicine, ha spiegato: “Se la madre si nutre male e aumenta anche di peso, il suo comportamento alimentare può predisporre il feto a un dismetabolismo, ossia all’alterazione del metabolismo. E una tipica malattia del dismetabolismo è il diabete. C’è da dire che da noi le donne in gravidanza sono più attente alla dieta. Tra l’altro si tratta di una dieta mediterranea”. E aggiunge: “La gravidanza non è una malattia e deve essere vissuta con estrema serenità. Se stravolgere le proprie abitudini in vista di una possibile gravidanza è controindicato, perché può provocare eccessivo stress, adottare alcuni comportamenti può essere di grande aiuto. Non solo per il concepimento, ma anche per migliorare il proprio stato di salute. L’alimentazione è importantissima. Un regime corretto riduce il rischio di malattie croniche, anche gravi, a carico del nascituro, quali diabete, obesità, patologie cardiovascolari, tumori e malattie mentali”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Per quanto questa campagna utilizzi delle immagini molto forti, personalmente ritengo che queste, nell’ambito di una campagna importante e delicata come questa, siano necessarie per colpire le persone e far capire loro la pericolosità delle loro azioni, all’apparenza normali e innocue (anzi persino piacevoli). Questa campagna inoltre è importante perchè promuove l’adozione della dieta mediterranea in gravidanza, cioè di un’alimentazione che comprenda cereali integrali (non raffinati), pesce azzurro (ricco di grassi “buoni”), olio extra vergine di oliva, frutta e verdura.

Lascia un tuo commento
Commenti
Evelin Felice
Evelin Felice

18 settembre 2015 - 14:37:15

Bella iniziativa

0
Rispondi