Iscriviti

Stare in piedi allunga la vita e i nostri cromosomi

Passare del tempo in piedi porta a numerosi vantaggi legati al mantenimento del peso forma, di una corretta postura e, stando ad un ultimo studio medico, anche al raggiungimento di una maggiore longevità

Salute
Pubblicato il 9 settembre 2014, alle ore 22:49

Mi piace
1
0
Stare in piedi allunga la vita e i nostri cromosomi

Uno studio recente condotto dal Karolinska University Hospital di Stoccolma e pubblicato sul British Medical Journal, ha dimostrato l’esistenza nell’organismo umano di un forte legame tra stile di vita più o meno sedentario e la salute del DNA. Da anni i medici ci dicono che la mancanza o la scarsità di attività fisica può portare ad un invecchiamento precoce e, nella peggiore delle ipotesi, ad una mortalità precoce. Eppure, secondo i ricercatori svedesi in questione, stare in piedi e passare meno tempo seduti su sedie e divani, potrebbe essere più importante dello stesso esercizio fisico. Infatti passare tanto tempo seduti e fermi incide sulla lunghezza dei telomeri, che altro non sono se non le aree terminali dei cromosomi, che si accorciano man mano che ci abituiamo a stare seduti, provocando così un invecchiamento cellulare precoce. Il fenomeno dell’invecchiamento cellulare può essere quindi contrastato stando in piedi. Per ciò che riguarda invece l’esercizio fisico, per quanto esso sia importante per tutta un’altra serie di motivi, non sembra in realtà influire sulla lunghezza dei suddetti telomeri.

Uno degli autori dello studio ha infatti affermato: “In molte nazioni, l’esercizio fisico è aumentato ma, allo stesso tempo, sono cresciute le ore che si passano seduti. Si sta facendo largo una preoccupazione riguardo non solo alla bassa attività fisica, ma anche alla sedentarietà come nuovo fattore di rischio per la salute dei giorni nostri. Ipotizziamo che una riduzione nelle ore passate da seduti abbia una maggiore importanza dell’aumento delle ore dedicate all’esercizio.

Questi risultati sono frutto di un’osservazione, svolta su un campione di ben 49 adulti sovrappeso e sedentari con più di 60 anni di età. In primo luogo sono state misurate le lunghezze dei loro telomeri. I partecipanti al test sono successivamente stati divisi in due gruppi: uno di loro ha seguito un programma di esercizio fisico per sei mesi, l’altro no. Alla fine dei sei mesi il test ha portato al seguente risultato: gli individui meno sedentari mostrano prolungamenti dei cromosomi più lunghi, indicatori, generalmente, di una vita più lunga.

Ecco dunque trovato un ulteriore beneficio dello stare in piedi: oltre ad aiutare a mantenersi in linea (si possono infatti bruciare fino a 144 calorie stando semplicemente in piedi), aiuta a migliorare le articolazioni e la postura e consente anche di vivere più a lungo.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!