Iscriviti

Saltare la colazione e cenare troppo tardi sono due pessime abitudini per la salute del cuore

A suggerirlo è uno studio apparso sull’European Journal of Preventive Cardiology, secondo il quale sarebbe la colazione il pasto più importante del giorno, mentre la cena, oltre ad essere leggera, dovrebbe essere consumata non meno di due ore prima di coricarsi

Salute
Pubblicato il 6 novembre 2019, alle ore 18:27

Mi piace
10
0
Saltare la colazione e cenare troppo tardi sono due pessime abitudini per la salute del cuore

Cenare troppo tardi, così come rinunciare del tutto alla colazione, sono dei comportamenti non solo nemici della linea, ma anche della salute del cuore. A sottolineare questo aspetto è stato uno studio che ha monitorato le abitudini di 113 persone con alle spalle problemi cardiaci, apparso sulla rivista European Journal of Preventive Cardiology.

Il campione di età media pari a 60 anni, rappresentato per il 73% da individui di sesso maschile, è stato interpellato su quelle che sono le loro abitudini alimentari. Da questo sondaggio è emerso che il 58% salta del tutto la colazione, intendendo con ciò non mangiare nulla fino a pranzo, fatta eccezione per la rapida consumazione di un caffè o di altre bevande analoghe. Allo stesso tempo, il 51% dei partecipanti alla survey ha ammesso di cenare non meno di tre volte alla settimana poco prima di andare a letto, mentre il 41% ha riconosciuto sia di saltare la colazione, che di cenare troppo tardi.

Come sottolineato da Leonardo Paloscia, direttore della Struttura complessa di terapia intensiva cardiologica e di cardiologia interventistica all’Ospedale di Pescara, chi ha alle spalle una severa patologia cardiaca è chiamato a migliorare il proprio stile di vita, riducendo al minimo le possibili complicanze così come le ricadute. “E l’alimentazione è parte importante della strategia di prevenzione: seguire una dieta corretta non costa nulla ed è semplice” ha precisato tenendo conto dell’importanza dell’argomento.

Oltre all’alimentazione, è però opportuno tenere sotto controllo anche il peso, evitando di fumare. Queste due cattive abitudini sono infatti legate ad una lunghissima lista di patologie come ictus, diabete, tumori, ipertensione, ipercolesterolemia, apnee notturne e altri problemi respiratori come possono essere l’asma.

In ragione di queste premesse, diventa basilare il ruolo della colazione, che dovrebbe diventare il pasto principale della giornata e che dovrebbe comprendere un frutto ma anche un latticino come può essere il latte, lo yogurt o un pezzetto di formaggio, che una fonte di carboidrati come i cereali e le fette biscottate. La sera invece bisognerebbe prediligere un pasto molto leggero, da consumare almeno due o tre ore prima di coricarsi per il sonno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Lo studio qui esposto ripropone quanto già si va dicendo da diverso tempo: la colazione è un pasto fondamentale che deve dare la carica giusta per affrontare un’intera giornata, mentre la cena non necessita di particolari esigenze caloriche, in quanto consumata la sera, quando il corpo non richiede particolari energie in quanto in procinto di andare a letto per riposarsi. Queste regole dovrebbero essere osservate da tutti, non solo da chi ha problemi al cuore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!