Iscriviti

Respirare aria inquinata equivale a fumare un pacchetto di sigarette al giorno

Uno studio, pubblicato sul Journal of the American Medical Association, riferisce che la lunga esposizione in ambienti ricchi di aria inquinata porterebbe gli stessi effetti nocivi di fumare un pacchetto di sigarette al giorno.

Salute
Pubblicato il 18 agosto 2019, alle ore 13:07

Mi piace
11
0
Respirare aria inquinata equivale a fumare un pacchetto di sigarette al giorno

E’ noto già da ricerche e studi precedenti che gli agenti inquinanti sono altamente nocive per la salute. Se il tempo di esposizione è altamente prolungato possono portare all’insorgere di malattie cardio-circolatorie, problemi a cuore, cervello, polmoni e talvolta intaccano anche alla sfera della psiche umana.

Gli studiosi, in questa ricerca, hanno preso in esame i problemi che le sostanze inquinanti hanno sui polmoni e come questi possano essere collegati a malattie serie come l’enfisema polmonare. L’enfisema polmonare danneggia i tessuti polmonari portando sintomi come raucedine, mancanza di fiato e tosse, fino a rappresentare una vera e propria minaccia per la vita.

Il team di ricercatori ha svolto i propri esperimenti, della durata di una ventina di anni (dal 2000 al 2018), su un campione di oltre 7000 persone, con età compresa tra i 45 e gli 84 anni. Il campione di uomini e donne risiedevano in diversi stati dell’America del Nord e si trovavano esposti quindi a diversi tipi di ambiente.

Gli scienziati hanno misurato e tenuto sotto controllo i livelli di particolato, ossido di nitrogeno, Co2 e ozono in prossimità delle case dei partecipanti allo studio e nei principali luoghi da loro frequentati. Durante la raccolta dati è stato possibile evidenziare il collegamento tra il declino delle capacità polmonari e l’aumento esponenziale dei livelli di ozono nell’aria. La cosa sorprendente è che confrontando le cartelle cliniche, si nota che gli enfisemi causati dall’inquinamento sono del tutto simili, per quanto riguarda la manifestazione della malattia, agli enfisemi polmonari che attaccano fumatori, che hanno consumato un pacchetto di sigarette al giorno, per una media di circa 29 anni.

Negli ultimi decenni sono stati emandati provvediementi per ridurre l’emissione di ozono nell’atmosfera, vietando il commercio di clorofluorocarburi, altrimenti noti come i gas presenti all’interno delle bombolette spray. Nonostante ciò, la maggiore quantità di ozono è dovuta all’utilizzo di combustibili fossili.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sara Zompa

Sara Zompa - Malattie come le bronchiti, l'asma, le ostruzioni croniche dei polmoni e gli enfisemi rappresentano tutte insieme la terza causa di morte a livello globale. Sono in rapida crescita i casi di enfisema polmonare causati da un'eccessiva quantità di ozono nell'atmosfera, provocata dall'utilizzo dei combustibili fossili e dal cambiamento climatico.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!