Iscriviti

Prevenire e combattere il colesterolo ed il diabete con le mandorle

Due malattie importanti come il diabete ed il colesterolo possono essere prevenute e contrastate grazie ad un frutto a guscio: le mandorle. Vediamo quindi quali sono i loro effetti positivi sulla nostra salute.

Salute
Pubblicato il 10 ottobre 2018, alle ore 14:26

Mi piace
19
0
Prevenire e combattere il colesterolo ed il diabete con le mandorle

Le mandorle sono dei semi commestibili prodotti dal Mandorlo, un albero che cresce prevalentemente in Sicilia. Come tutti i semi oleosi sono ricchi di calorie; infatti 100 grammi contengono ben 571 calorie perciò è bene non superare la dose giornaliera di 35 grammi.

Questi hanno tantissime proprietà. Contengono il magnesio, ben 270 mg per 100 grammi di prodotto, la vitamina E, il calcio, il ferro e i sali minerali. In più sono ricche di grassi polinsaturi e monoinsaturi ottimi per contrastare l’insorgere del colesterolo “cattivo”; servono per prevenire la formazione di placche nelle vene e nelle arterie causa delle principali malattie cardiovascolari.

Le mandorle sono ottime a colazione da mangiare con uno yogurt di soia o vaccino, oppure gustate a metà mattina o metà pomeriggio come spezzafame. Possono anche accompagnare primi piatti o secondi di carne e pesce ed infine se ridotte in farina possono essere utilizzare per preparare in casa tantissimi dolci come biscotti, torte crostate.

Come combattere diabete e colesterolo con le mandorle

Ricerche svolte dall’Università di Medicina e Odontoiatria del New Jersey hanno dimostrato come il consumo quotidiano di questa frutta secca aiuta anche a prevenire l’insorgere del diabete in particolare quello di tipo 2. Chi mangia mandorle, infatti, tenderà a mangiare meno carboidrati e zuccheri, prima causa di questa malattia.

Purtroppo però non tutti possono inserire nella loro dieta quotidiana questo frutto secco. Gli ossalati presenti possono peggiorare la condizione di salute di chi soffre di calcoli biliari o renali e l’amminoacido arginina alimenta lo sviluppo dell’herpes. In questi casi, prima di consumare mandorle è bene rivolgersi al proprio medico e chiedere informazioni. 

Per chi invece non ha particolari problemi di salute l’ideale è mangiare quotidianamente 15-20 mandorle con la pelle inserendole nei vari momenti della giornata.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Sabrina Giorgi

Sabrina Giorgi - Sono una gran mangiatrice di frutta secca in particolare di noci e mandorle quindi ho potuto constatare di persona gli effetti benefici di questa frutta secca. In particolar modo ho visto migliorare pelle e capelli ed in più sono veramente un ottimo spezzafame poichè hanno un elevato potere saziante. I migliori medici però dicono di non gustarle nei mesi più caldi poichè tendono a scaldare troppo il corpo visto che sono anche particolarmente caloriche quindi io le mangio prevalentemente nei mesi invernali.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!