Iscriviti

Fare la pipì in piscina: un’abitudine pericolosa per la salute

Fare la pipì in piscina: un'abitudine pericolosa per la salute. Uno studio recente ha, infatti, dimostrato la formazione di sostanze nocive per i polmoni, cuore e sistema nervoso

Salute
Pubblicato il 26 giugno 2014, alle ore 14:42

Mi piace
0
0
Fare la pipì in piscina: un’abitudine pericolosa per la salute

Prima di scandalizzarsi leggendo questo articolo, sarebbe bene farsi un esame di coscienza e chiedersi se non ci sia mai scappata la pipì in piscina mentre facevamo un bagno rilassante. In caso di risposta positiva, abbiamo prodotto delle pericolose tossine, mettendo a rischio la nostra salute e quella degli altri bagnanti.

Secondo una stima fatta prendendo come campione la popolazione degli Stati Uniti, almeno una persone su cinque ha dichiarato di non aver resistito e di aver svuotato la propria vescica in piscina e Micheal Phelps, campione di nuoto, ha pure aggiunto “Credo che tutti fanno la pipì in piscina. Per i nuotatori è routine. Il cloro uccide tutto”.

I ricercatori dell’Università agraria di Pechino, insieme all’Università di Purdue, hanno invece dimostrato ciò che accade quando la pipì entra in contatto con il cloro e le altre sostanze chimiche: il risultato è la formazione di sostanze pericolose per la salute dell’uomo.

In modo particolare la ricerca, pubblicata dalla rivista Environmental Science & Technology, mostra come l’acido urico reagendo con il cloro darebbe vita al Cloruro di cianogeno ed al Tricloruro di azoto, sostanze in grado di danneggiare l’apparato respiratorio, cuore ed il sistema nervoso. Tale reazione sarebbe, inoltre, accelerata nelle piscine riscaldate.

“Dato che l’introduzione dell’acido urico nelle piscine è attribuibile all’urinazione, queste scoperte indicano che potrebbero esserci importanti benefici all’acqua e all’aria se i nuotatori migliorassero le proprie abitudini igieniche” queste le parole del gruppo di ricerca.

Altri gruppi di studiosi, invece, sostengono una tesi leggermente diversa, in quanto tale effetto sarebbe molto blando, al punto tale che se tutti i bagnanti facessero la pipì contemporaneamente le quantità di sostanze nocive prodotte sarebbero comunque irrisorie.

Non resta che sperare che siano questi ultimi ad avere ragione ed affidarsi, comunque, al buon senso civico delle persone.

E voi, avete mai fatto la pipì in piscina?

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!