Iscriviti

Pfizer e Moderna aumentano il prezzo dei vaccini del +25% e +10%

Secondo quanto riporta il quotidiano del "Financial Times" Pfizer e Moderna hanno deciso di aumentare il prezzo dei loro vaccini destinati all'Unione Europea.

Salute
Pubblicato il 2 agosto 2021, alle ore 12:03

Mi piace
0
0
Pfizer e Moderna aumentano il prezzo dei vaccini del +25% e +10%

Pfizer e Moderna, due delle aziende produttrici del vaccino contro il Covid-19, hanno deciso di aumentare il prezzo dei loro prodotti destinati all’Unione Europea. A riportare questa notizia è il sito del Financial Times, che svela in anteprima anche le percentuali del rincaro dei costi.

Infatti nel 2021 a Bruxelles sono stati rinegoziati dei nuovi contratti con le aziende farmaucetiche dopo che i risultati della fase tre hanno dimostrato che i vaccini a mRNA hanno una maggiore efficacia rispetto ai sieri sviluppati dalla Oxford/AstraZeneca e Johnson & Johnson, garantendo un totale di oltre 2,1 miliardi di dosi fino al 2023.

Secondo il FT i prezzi aumenterebbero dell’oltre 25% per Pfizer/BioNTeche dell’oltre 10% per Moderna. Con questa decisione il prezzo della nuova dose di Pfizer è ora di 19,50 euro, rispetto ai precedenti 15,50 euro, mentre Moderna è ora di 22,50 euro, rispetto ai precedenti 19 euro. Per Moderna si tratta comunque di un prezzo più basso rispetto alle richieste iniziali, poiché inizialmente l’Unione Europea aveva concordato con Moderna un costo di circa 28,50 euro.

Parlando invece degli altri vaccini la Oxford/AstraZeneca costa meno di 2 euro, la Sanofi/GSK (vaccino ancora in fase di sperimentazione sviluppata dai francesi della Sanofi e la britannica GlaxoSmithKline) costa 7,56 euro e la olandese CureVac, molto criticata a causa della bassa efficacia, 10 euro. Infine secondo Alessandro Ravaglioli, ingegnere riminese, ex capogruppo di Forza Italia ora passato alla Lega, rivela che il vaccino russo Sputnik costa 26 euro.

Nei giorni scorsi si è proprio parlato dei prezzi dedicati ai vaccini. Un report rivela come i vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna sarebbero stati venduti a prezzi esorbitanti agli stati più ricchi, ove potrebbero pagare circa 41 miliardi di euro in più. A fare questa denuncia sono la Oxfam ed Emergency: “Solo l’Italia fino ad oggi per questi due vaccini avrebbe speso 4,1 miliardi di euro in più di denaro dei contribuenti. Risorse che potrebbero essere investite per rafforzare il sistema sanitario nazionale”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Alla fine i vaccini vengono pagati da noi contribuenti con le tasse, ma a oggi non capisco il motivo di questo rincaro dei prezzi. Fortunatamente, come riportano i loro dati, l'efficacia è migliore rispetto agli altri vaccini, ma sarebbe stato più corretto rimanere i contratti allo stato iniziale senza farne dei nuovi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!