Iscriviti
Torino

Pet therapy: a Torino arrivano degli amici a 4 zampe per i pazienti con tumore al polmone

Partirà a breve il Progetto Impera a Torino. Attraverso la pet therapy, dei cani aiuteranno i pazienti oncologici con tumore al polmone dell'ospedale di Torino a ridurre la fatigue.

Salute
Pubblicato il 18 marzo 2019, alle ore 08:03

Mi piace
5
0
Pet therapy: a Torino arrivano degli amici a 4 zampe per i pazienti con tumore al polmone

Dal 25 marzo partirà a Torino un progetto di pet therapy dedicato ai malati oncologici con tumore al polmone.

Impera, il nome del progetto, ha l’obiettivo di evitare che le condizioni dei pazienti sottoposti alle cure peggiorino. Ad aiutarli ci saranno dei cani che li accompagneranno a fare delle passeggiate nel Parco del Valentino di Torino.

Il progetto di pet therapy 

Il progetto “Impera” è promosso da WALCE Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe – Donne Contro il Tumore del Polmone in Europa) in collaborazione con Te.C.A. (Centro Studi Terapie Con Animali) e grazie al contributo non condizionato dell’azienda farmaceutica Boehringer Ingelheim.  

Secondo gli studi, il 50-70% dei pazienti oncologici, specialmente i malati di tumore ai polmoni, corre il rischio di soffrire di depressione, ansia, disturbi del sonno e dell’umore. Questi soggetti, a causa della loro condizione di salute e delle terapie a cui sono sottoposti, non si sentono motivati a fare esercizio fisico, utile per ridurre questi stati psicologici.

Ad affermare che la fatigue, la stanchezza profonda e prolungata, è uno dei sintomi più frequenti in questi soggetti è Silvia Novello, presidente di WALCE Onlus, Ordinario di Oncologia Medica presso l’Università degli Studi di Torino e Responsabile Oncologia Polmonare all’Ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano. 
Simona Carnio, Medico Oncologo all’Ospedale San Luigi di Orbassano di Torino, conferma quanto detto dalla Novello e afferma che “l’obiettivo del progetto è la valorizzazione dell’impiego della pet therapy nei pazienti attraverso l’incentivazione all’attività fisica, che migliora la fatigue e la qualità di vita del paziente, e di conseguenza ansia, depressione e qualità del sonno”. 

I cani addestrati della pet theraphy, quindi, accompagneranno i pazienti in passeggiate programmate, fuori dall’ospedale, al fine di farli svagare e ridurre le condizioni di stress, ansia e depressione e migliorare l’umore. Al progetto Impera parteciperanno 20 pazienti con tumore polmonare trattato con radio e chemioterapia o sottoposti a intervento chirurgico. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Che la pet therapy sia efficace da un punto di vista terapeutico è risaputo. Trovo il progetto molto interessante e mi auguro che presto la disponibilità dei cani per la pet therapy sia incrementato e che ne usufruiscano anche tante altre stutture ospedaliere in tutta Italia come supporto a chi ne ha bisogno

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!