Iscriviti

Parkinson: stop al tremore grazie a "MRgFUS"

“Magnetic Resonance guided Focused Ultrasound” (MRgFUS), una macchina che riesce ad eliminare del tutto o in parte i tremori del morbo di Parkinson. Presentata il 13 febbraio a Verona.

Salute
Pubblicato il 14 febbraio 2018, alle ore 23:03

Mi piace
5
0
Parkinson: stop al tremore grazie a "MRgFUS"
Pubblicità

Sperimentata dall’Ospedale Borgo Trento dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, la “MRgFUS Magnetic Resonance guided Focused Ultrasound” ha dimostrato di riuscire a eliminare quasi del tutto i tremori provocati dal morbo di Parkinson. Presenti alla dimostrazione il Presidente della Regione del Veneto, l’Assessore regionale alla Sanità, il Sindaco di Verona, il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria e numerosi sanitari e giornalisti.

La macchina, chiamata “MRgFUS”, è stata prodotta in Israele al costo di 7 milioni e 087 mila euro, parte dei quali, 1 milione 360 mila, provenienti da un contributo della Fondazione Cariverona, il resto dall’Aoui veronese che ha utilizzato i fondi raccolti nel corso della gestione, come ha precisato il Direttore Generale.

Il Presidente della Regione Veneto ha ringraziato la Fondazione Cariverona per essere venuta incontro alla realizzazione del progetto con un contributo e i sanitari che operano nella struttura veronese. Nelle sue parole una chiara proiezione nel futuro: “Nella sanità moderna (…) nella quale il Veneto è, e sarà, protagonista non contano tanto i numeri dei posti letto (…), quanto innovazioni come questa: macchine straordinarie, che curano meglio il malato, ottengono risultati sempre più incisivi, provocano sempre meno dolore o nessun dolore come in questo caso, evitano alle persone lunghi e sgraditi ricoveri”.

Il Presidente Zaia ha ricordato poi che il Veneto è l’unica Regione d’Italia ad investire 70 milioni di euro ogni anno, per avere una chirurgia robotica, e ha ricordato la presenza del robot Da Vinci, scelta per una qualità diffusa, caratteristica del sistema sanitario veneto. Forse per questo ha sottolineato Zaia: “la sanità veneta attrae pazienti da molte altre Regioni d’Italia per un valore complessivo di circa 300 milioni l’anno”.

La “MRgFUS” è una macchina “a piattaforma multipla per trattamenti termo ablativi “neuro” e “body” con guida Risonanza Magnetica ad alto campo 3 Tesla” come si legge nel sito della Regione Veneto. La “MRgFUS” permette trattamenti terapeutici non invasivi grazie a due tecnologie integrate: gli Ultrasuoni Focalizzati e la Risonanza Magnetica 3 Tesla.

La “MRgFUS” può essere utilizzata in neurochirurgia e curare il tremore essenziale, il tremore dominante da Parkinson e il dolore neuropatico; in oncologia per curare la denervazione ossea quando i tumori sono benigni e per curare l’osteoma osteoide; nella salute della donna per curare i fibromi uterini e l’adenomiosi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Benvenuta “MRgFUS”, speriamo che il tuo costo sia utile a molti! Tutto ciò che si può fare per alleviare una sofferenza credo che debba essere fatto. La salute non ha costo, dar sollievo nella malattia penso sia una delle speranze più grandi per chi ne ha fatto una scelta di vita. Complimenti!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!