Iscriviti

Padova, asportato tumore al cuore senza aprire il torace. La tecnica innovativa

A Padova, un'equipe di 28 specialisti ha eseguito un intervento delicato utilizzando una tecnica innovativa per rimuovere un tumore renale, che si era esteso fino al cuore, senza aprire il torace.

Salute
Pubblicato il 1 gennaio 2019, alle ore 11:10

Mi piace
6
0
Padova, asportato tumore al cuore senza aprire il torace. La tecnica innovativa

Un’equipe di 28 medici, tra cardiochirurghi, urologi, chirurghi epatobiliari, hanno asportato un tumore renale, che si era esteso fino al cuore, senza aprire il torace. 

L’operazione oncologica, eseguita su un paziente settantenne, ha richiesto 13 ore in cui l’equipe si è data il cambio all’interno della sala operatoria. La nuova tecnica sperimentale, è stata eseguita nell’Ospedale di Padova nei giorni scorsi. L’intervento è perfettamente riuscito e il paziente sarà presto dimesso.

L’intervento 

La scelta di attuare l’innovativa tecnica è dipesa dal caso clinico del paziente. L’uomo, infatti, aveva un triplice bypass aorto-coronarico che non permetteva di operare con la procedura classica. 

Come divulgato attraverso un comunicato dall’Ospedale di Padova, l’intervento al cuore, “è stato portato a termine “aspirando” la massa senza aprire il torace con una nuova tecnica. È la prima volta al mondo e ora il paziente è in recupero e tornerà presto alla sua vita normale“. A coordinare l’equipe medica è stato il professor Gino Gerosa, Direttore di Cardiochirurgia. 

Conclusa la fase cardiaca, i medici hanno aperto l’addome del paziente e rimosso la massa tumorale e il rene dal quale aveva origine il male.

Dopo l’intervento, il paziente è stato ricoverato in terapia intensiva per essere monitorato e si è svegliato in meno di 24 ore. Non sono state segnalate complicazioni e il paziente sta facendo il regolare decorso post-operatorio. 

La tecnica innovativa

È lo stesso professor Gerosa a spiegare che per eseguire l’intervento è stato utilizzato una procedura simile a quella adoperata a Torino nei mesi scorsi per aspirare un tumore al cuore in un sessantunenne.

Si tratta di un approccio micro-invasivo col sistema Angiovac in modalità ECMO. Per asportare il tumore, in breve, i medici hanno introdotto una cannula particolare attraverso il collo del paziente per farla giungere fino al cuore. Attraverso questa cannula è stato poi aspirato il tumore. Il sangue aspirato dal cuore è stato poi rintrodotto nell’organismo dopo essere stato filtrato da una macchina e inserito attraverso un’altra cannula nell’arteria femorale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Ogni giorno la ricerca fa piccoli ma grandi passi anche in campo medico. Il tempo necessario per la ricerca è spesso lungo, più di quanto spesso abbia un paziente bisognoso di cure, ma quando poi le tecniche sperimentate portano a successi e salvano vite umane non possiamo che essere felici e sperare

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!