Iscriviti

Oggi si celebra la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

La vita è bella e non ha peso. E' questo il messaggio di Sara, una studentessa che ha sofferto per sette anni di anoressia e che oggi sostiene la giornata del fiocchetto lilla contro i disturbi alimentari, raccontando la sua storia che sia da sprono ad altri.

Salute
Pubblicato il 15 marzo 2019, alle ore 19:32

Mi piace
24
0
Oggi si celebra la Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla è stata promossa per la prima volta nel 2012 dall’Associazione “Mi Nutro di Vita” creata da papà Stefano ad un anno della scomparsa, il 15 marzo del 2011, della figlia Giulia per bulimia a soli 17 anni.

L’impegno di Stefano e di quanti lo supportano è quello di aiutare a dare informazioni su queste malattie e, per quanto possibile, aiutare la prevenzione relativamente alle malattie dei disturbi alimentari che, purtroppo, sono in costante aumento tra i più giovani.

La giornata del Fiocchetto Lilla

L’istituzionalizzazione della Giornata del Fiocchetto Lilla è un punto di partenza per far sì che parlarne sia una realtà, tenuto conto che i numeri da epidemia sociale di queste malattie aumentano ed è assolutamente necessario dare dignità a chi ne soffre e fare in modo che presto le Istituzioni si attivino per creare servizi e cure adeguate per tutti in ogni Regione d’ Italia.

A dare voce alla giornata dedicata alle malattie alimentari quest’anno c’è Sara Franz, una ragazza che vive e studia a Genova e che per ben sette anni ha combattuto col mostro dell’anoressia. Sara oggi studia medicina dopo ben due ricoveri, di cui l’ultimo d’urgenza in cui dopo aver toccato il fondo, ha sentito la spinta per farsi seguire e ricominciare.

Sara è riuscita a sconfiggere il suo nemico e, in una giornata tanto speciale, ha deciso di uscire allo scoperto postando due sue foto: una del 2016, in cui pesava solo 37 kg e una recente che mostra una bellissima ragazza che ha ancora da lavorare insieme all’equipe che la segue ma che ha un sorriso che comunica vittoria e che le fa dire la vita è bella e non ha peso“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maria Guerricchio

Maria Guerricchio - La televisione prima, e i vari social dopo, hanno portato delle ossessioni poco sane come quelle sul peso e sulla linea. Bellissimo questo messaggio "il peso non conta" di Sara. Grande forza anche quella di papà Stefano e speriamo sia sempre più sostenuto in questa importantissima battaglia dal Ministero della salute.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!