Iscriviti

Massachusetts: nastro biadesivo per chiudere le ferite, l’idea arriva dai ragni

Un'idea innovativa che arriva dalle capacità genetiche dei ragni: una sorta di nastro adesivo in grado di sigillare le ferite, sfruttando la tecnica di caccia di tali insetti.

Salute
Pubblicato il 5 novembre 2019, alle ore 12:17

Mi piace
9
0
Massachusetts: nastro biadesivo per chiudere le ferite, l’idea arriva dai ragni

Arriva dal Massachusetts e si ispirerebbe al mondo degli aracnidi, il nuovo nastro biadesivo progettato per sigillare i tessuti umani a seguito di un intervento chirurgico. Tale prodotto innovativo potrebbe rappresentare la svolta nella chirurgia, eliminando i rischi e i danni correlati all’utilizzo dei punti di sutura.

Gli scienziati che hanno suguito il progetto, del Massachusetts Institute of Technology (MIT), avrebbero notato il modo in cui i ragni intrappolano le loro prede sotto la pioggia, trasudando una sorta di colla. Tale sostanza sarebbe in grado di assorbire l’acqua, rendendo possibile l’adesione anche in ambienti scivolosi. Il nastro adesivo analizzato dovrebbe fare la stessa cosa: secondo i primi test eseguiti sulla cute e sul tessuto polmonare suino, il dispositivo risulta aderire in pochi secondi.

I ragni producono un materiale appiccicoso che contiene polisaccaridi: essi assorbono l’acqua sulla superficie dell’insetto su cui si posano in modo quasi istantaneo, lasciando una piccola parte asciutta sulla quale la colla è in grado di aderire. Allo stesso modo, i ricercatori avrebbero sfruttato l’acido poliacrilico, posizionandolo sul nastro, permettendo allo stesso di assorbire l’acqua dai tessuti del corpo ed alla colla di fare presa in tempi molto brevi. Inoltre, l’aggiunta di gelatina permette al nastro di mantenere la sua forma per diversi giorni.

Il team che gestisce il progetto avrebbe descritto i risultati ottenuti su “Nature“, ritenendo possibile l’impiego del nastro in chirurgia, seppur manchino ancora parecchi test prima che possano realmente sostituire le suture. Ad oggi, queste ultime e le colle chirurgiche sono le uniche soluzioni per sigillare una ferita ma, mentre le prime possono causare infezioni e dolore, anche le seconde hanno alcuni svantaggi come la necessità di diversi minuti per saldarsi.

L’autore dello studio, Hyunwoo Yuk, commenta: “È molto difficile suturare tessuti molli o fragili come quelli di polmone o trachea. Ma con il nostro nastro biadesivo, in cinque secondi possiamo facilmente sigillarli“. Inoltre, stando a quanto riportato dall’equipe di ricercatori, tale pordotto potrebbe trovare impiego anche nei collegamenti di dispositivi medici a organi come il cuore, senza causare danni o complicazioni secondarie da perforazione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Laura Filippi

Laura Filippi - Un'idea senz'altro innovativa e che, se trova un riscontro positivo anche nei prossimi test che verranno eseguiti prima sugli animali e poi sull'uomo, potrebbe rappresentare un'importante svolta nella chirurgia umana. Il progetto, che si ispira alla capacità genetica dei ragni di secernere una "colla" in grado di aderire perfettamente ad un tessuto, potrebbe eliminare tutti i rischi correlati agli attuali metodi di sutura.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!