Iscriviti

Le sigarette elettroniche potrebbero favorire la parodontite

Recentemente un studio americano, pubblicato su “Science Advances”, ha dimostrato che l'utilizzo di sigarette elettroniche potrebbe favorire l’insorgenza di parodontite.

Salute
Pubblicato il 8 giugno 2020, alle ore 14:54

Mi piace
13
0
Le sigarette elettroniche potrebbero favorire la parodontite

Un nuovo studio, condotto da un gruppo di ricercatori della Ohio State University (Stati Uniti) e pubblicato sulla rivista scientifica “Science Advances”, ha dimostrato che l’utilizzo di sigarette elettroniche potrebbe favorire l’insorgenza di parodontite. La parodontite o malattia parodontale è un’infiammazione che colpisce i tessuti di sostegno del dente, tra cui gengive, legamento parodontale, osso alveolare e cemento radicolare, chiamati collettivamente parodonto.

Questa patologia colpisce oltre 5 milioni di italiani, è provocata dalla placca batterica sottogengivale ed è caratterizzata da infezioni che, nei casi più gravi, conducono ad un danno osseo permanente o addirittura alla perdita di denti. Spesso la parodontite è correlata con malattie sistemiche gravi, come il diabete e le malattie cardiovascolari. Per arrivare a questa conclusione i ricercatori, coordinati da Purnima Kumar, hanno preso in considerazione un campione costituito da 123 individui giovani, sani e privi di parodontite.

Di questi, 25 erano fumatori, 25 erano non fumatori, 20 fumatori di sigarette elettroniche, 25 ex-fumatori passati alle e-cig e 28 erano fumatori che utilizzano anche sigarette elettroniche. I ricercatori hanno prelevato campioni di placca dalla bocca dei partecipanti allo studio, osservando che le gengive dei fumatori di sigarette elettroniche manifestavano una risposta immuno-infiammatoria piuttosto elevata.

Si sono osservate inoltre anche cambiamenti nella composizione della flora batterica orale, in favore di batteri parodonto-patogeni, caratteristici della parodontite grave. Dall’analisi è anche emerso che i cambiamenti nel microambiente della bocca dipendono non tanto dalle concentrazioni di nicotina usate, quanto dalle sostanze presenti nei liquidi delle e-cig.

Nicola Marco Sforza, presidente della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia, ha commentato: “Il fumo delle sigarette elettroniche di fatto produce gli stessi effetti sulla risposta infiammatoria e sull’equilibrio del microbiota orale di quello tradizionale, rappresentando pertanto un fattore di rischio indipendente per la parodontite. Naturalmente sono necessari ulteriori studi longitudinali per confermare i risultati di questo studio”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Questo studio sembra dimostrare che anche le sigarette elettroniche, così come quelle tradizionali, non sono affatto prive di effetti indesiderati che riguardano la nostra salute. Inutile dire, dunque, che per preservare la nostra salute dentale, e non solo, la migliore soluzione è quella di eliminare completamente il fumo dalle nostre abitudini quotidiane.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!