Iscriviti

L’amicizia è un rimedio contro alcune malattie

Avere una vita sociale attiva riduce il rischio di depressione ed allungherebbe la vita, e questo vale anche per le persone che hanno ormai un'età avanzata.

Salute
Pubblicato il 3 luglio 2017, alle ore 21:29

Mi piace
6
0
L’amicizia è un rimedio contro alcune malattie
Pubblicità

Creare e mantenere amicizie nel corso degli anni, soprattutto per le persone con un’età avanzata, gioverebbe e non poco alla propria salute: ad avallare questa tesi è uno studio che afferma che una buona compagnia può rappresentare un toccasana per la salute, ed alcune volte un amico può contare di più di un familiare. A fare questi studio è stato William Chopik dell’University State of Michigan.

In questa ricerca sono state fatte due indagini; la prima erano coinvolte 280 mila persone di qualunque età e provenivano da ben 100 paesi diversi, ed ognuno di essi hanno dovuto valutare il loro stato di benessere e la felicità, ed hanno dovuto parlare anche del loro rapporto con i familiari e le loro amicizie. In base ai risultati, dove sono stati tenuti in conto anche il sesso delle persone, si è visto che i legami sia familiari che di amicizia giovano alla salute. Questo si è visto soprattutto per le persone con un’età avanzata, con le amicizie che hanno un ruolo fondamentale per queste persone. 

La seconda indagine, composta da 7 mila persone anziane degli Stati Uniti, ha confermato che le relazioni di qualità sono assai importanti: infatti, le persone che hanno le patologie croniche spesso hanno degli amici che portano tanto stress, mentre per chi aveva amici che sapevano dare supporto si è dichiarato molto più felice.

Non solo le amicizie, ma proprio la partecipazione di una persona nella vita sociale è un toccasana per la propria salute. A spiegare il tutto è Rossella Liperoti del Policlinico Universitario Agostino Gemelli: “L’isolamento sociale è un fattore di rischio principale per un disturbo depressivo. Oltre ai rapporti con la famiglia, secondo le evidenze scientifiche, coltivare relazioni amicali, impegnarsi attivamente nel sociale, come nel volontariato o in attività ludiche, come andare al cinema o a teatro, rappresentano comportamenti che riducono il rischio di sviluppare un disturbo depressivo”.

Infine, l’altro aspetto importante è il social engagement” – il coinvolgimento a livello sociale – che favorisce una perfomance conoscitiva più elevata rispetto a coloro che sono meno attivi da questo punto di vista, e a spiegarlo è sempre Rossella Liperoti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Le amicizie, secondo uno studio, possono essere molto importanti per la nostra salute. Ad affermare tutto ciò è William Chopik dell'University State of Michigan, che ha rivelato che i rapporti sociali sono importanti soprattutto per le persone in un'età avanzata, poichè si è verificato che molti anziani che hanno dei buoni amici non soffrono di patologie croniche.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!