Iscriviti
Milano

La storia di Bianca: la donna con continui dolori alla schiena che ha dato un nome alla sua malattia dopo 27 anni

Donna affetta da continuo mal di schiena che si è poi rivelato essere una grave malattia: tutti i dettagli sulla vicenda che vede protagonista Bianca, una donna di 43 anni.

Salute
Pubblicato il 20 giugno 2018, alle ore 23:52

Mi piace
4
0

Bianca Zuccarone, 43 anni, ha raccontato di aver scoperto dopo 27 anni di soffrire di una malattia che gli causava continui mal di schiena. Quelli che sembravano essere dei semplici dolori alla schiena, infatti, si sono rivelati dei sintomi di una problematica più grave.

La donna, parlando del male, racconta che per 27 anni ha dovuto convivere con quella che si potrebbe definire una ‘bestia nera’. Ogni volta che Bianca prova infatti a compiere alcuni movimenti come chinarsi per raccogliere un oggetto, si sente come trattenuta da una forza maggiore che le impedisce di compiere molti movimenti.

La storia di Bianca

La donna ha rivelato di aver scoperto solo dopo 27 anni la malattia che la affligge. La patologia prende il nome di spondilite anchilosante e Bianca, dopo averlo scoperto, racconta di essere stata felice perchè finalmente poteva curare la problematica che la affligge da quando ha 14 anni. La 43enne ha raccontato la sua vicenda nella giornata di oggi a Milano, durante la presentazione della campagna che prende il nome di ‘SAi che hai la SA?’.

Bianca ha voluto dare un incoraggiamento a tutti coloro che giornalmente si ritrovano a dover affrontare questa malattia. La donna ha infatti raccontato di essere solo una ragazzina quando ha iniziato ad accusare le prime problematiche come dolori al bacino e alla schiena. La allora ragazzina chiede ai propri genitori di cambiare il materasso per combattere quello che sembrava essere un normale mal di schiena, ma i dolori continuano a persistere. Inizia così un calvario di visite ortopediche, dal medico di famiglia e da diversi osteopati.

Tutti gli esami effettuati da Bianca hanno però sempre dato esito negativo; dopo tanti anni, però, grazie all’incontro con un reumatologo, la donna viene a conoscenza della malattia che la perseguita da anni.

La campagna svolta da Novartis invita ed incoraggia le persone che soffrono di spondilite anchilosante a non farsi abbattere da questa patologia per nessun motivo al mondo.

Cosa ne pensa l’autore
Antonella D'amico

Antonella D'amico - La spondilite anchilosante può sicuramente rientrare tra quelle categorie di malattie poco conosciute per cui la diagnosi certe volte appare difficile. Il dottor Ennio Lubrano, dell'Università degli Studi del Molise, ha infatti rivelato che in Italia ci vogliono dai 5 ai 10 anni per diagnosticare la malattia in un paziente. Maggiori ricerche sulla problematica aiuterebbero sicuramente ad avere una diagnosi più tempestiva.

Lascia un tuo commento
Commenti
Daniela Licciardello
Daniela Licciardello

21 giugno 2018 - 11:29:05

Salve,ieri sera ho letto questa storia incredibile e son rimasta a bocca aperta perché rispecchia la mia storia infinita ormai sn 13 che nn ne posso più ...dolori dolori...sn stata in 20medici ma nulla di soddisfacente,nn si riesce a capire tutto ciò ...però manca un buon reumatologo nella mia lista dei medici...prenotero' al più presto e chissà se anch'io potrò scoprire la mia malattia....nn ne posso più ,faccio sempre punture fortissime per poter reggere in piedi soldesam da 8mg potenti ma grazie a queste punture vado avanti...ti farò sapere cm và a finire e se qualcuno può darmi un indirizzo dv andare ne sarò grata o altri consigli nn so ...aiutatemi grazie un abbraccio ...Daniela

0
Rispondi