Iscriviti

La diffusione del cancro al seno in giovane età non è legata al calo delle gravidanze

Un recente studio osservazionale condotto negli Stati Uniti ha dimostrato che l'aumento dell'incidenza del cancro al seno in età giovanile non è legato al calo del tasso di natalità.

Salute
Pubblicato il 17 aprile 2020, alle ore 18:38

Mi piace
11
0
La diffusione del cancro al seno in giovane età non è legata al calo delle gravidanze

Il tumore al seno è la neoplasia più diffusa per incidenza nella popolazione femminile ed è inoltre quella con la più alta mortalità. L’incidenza sembra essere maggiore negli Stati Uniti e in Europa, ma sembra stia aumentando anche in Africa e in Asia. Per anni si è pensato che l’incidenza del tumore al seno nelle donne di età inferiore ai 40 anni, essendo aumentata ogni anno a partire dal 1935, fosse da attribuire al calo delle nascite. Un recente studio osservazionale, pubblicato su JAMA Network Open, ci mostra però che l’aumento dei casi di cancro al seno in giovane età è indipendentemente dall’aumento o dalla diminuzione delle nascite.

Lo studio in questione ha preso in esame le donne dello stato del Connecticut appartenenti alla fascia di età 25-39 anni per un arco temporale che va dal 1935 al 2015. Il punto di partenza è stata un’analisi del 2019 che si riferiva ai dati relativi al periodo 1975-2015 raccolti nell’ambito del programma Sorveglianza, Epidemiologia e Risultati finali del National Cancer Institute (Surveillance Epidemiology and End Results – SEER).

Gli scienziati, proprio nell’ambito di questa analisi, avevano evidenziato un aumento annuale (+ 0,53%) nell’incidenza del cancro al seno a partire dal 1994 nelle donne di età inferiore ai 40 anni. Gli esperti hanno escluso che l’aumento dell’incidenza fosse da attribuire ai programmi di screening, visto che questi coinvolgono le over 40; dunque il motivo è stato individuato nella diminuzione del tasso di natalità, registrata a partire dagli anni ‘90.

Ma qual era la situazione prima del calo delle gravidanze? Si poteva osservare comunque un incremento dell’incidenza del tumore nelle giovani donne? Per rispondere a queste e altre domande, i ricercatori si sono avvalsi di due fonti di dati: il Connecticut Tumor Registry (CTR) che è il registro di tumori più vecchio degli USA (raccoglie i dati a partire dal 1935) e il National Vital Statistics System (NVSS), il più antico registro intergovernativo contenente i dati sulle nascite nazionali a partire dal 1917.

Dai dati è emerso che l’incidenza nelle donne dai 25 ai 39 anni è aumentata dello 0,65% annuo (passaggio da 16 diagnosi di tumore al seno ogni 100.000 donne nel 1935 a quasi 39 nel 2015). E’ inoltre emerso che il boom di nascite si è avuto negli anni ’60, con un picco nel 1966, per avere poi una riduzione a partire dal 1990. Ma, indipendentemente dall’aumento o dalla diminuzione del tasso di natalità, il tasso di incidenza del tumore al seno è continuato ad aumentare costantemente ogni anno.

Concludendo, l’incrocio dei dati ha quindi dimostrato che già a partire dagli anni ’50, ovvero quasi quarant’anni prima rispetto al momento in cui si è iniziata ad avere un calo significativo delle nascite, il numero di casi di tumore nelle donne giovani risultava in crescita. Fedro Peccatori, direttore dell’Unità di Fertilità e Procreazione dello Ieo di Milano, ha commentato: “Questi dati permettono ora di mettere in dubbio, se non di escludere, che l’aumento dei tumori del seno nelle donne tra i 25 e i 39 anni sia legato alla riproduzione in maniera così importante come si pensava. Vuol dire che esistono altri fattori di rischio responsabili di questo aumento. Il tumore nelle giovani resta un evento raro, ma i numeri stanno aumentando […] e dobbiamo capire perché”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesca Paola Scimenes

Francesca Paola Scimenes - Penso che i risultati emersi incrociando questi dati, ricavati dai registri degli Stati Uniti, siano davvero importanti. Ci fanno infatti riflettere sul fatto che la ricerca deve forse orientarsi in altre direzioni, ricercando altri fattori, diversi dal calo delle nascite, alla base dell'aumento dell'incidenza del cancro al seno nelle giovani donne.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!