Iscriviti

In Toscana 31 morti in 10 mesi per il batterio New Delhi. Ecco i sintomi

In Toscana il batterio di New Delhi ha causato la morte di ben 31 persone, ma il tasso di mortalità del virus è pari al 70%. Ecco i sintomi e come si diffonde.

Salute
Pubblicato il 12 settembre 2019, alle ore 09:05

Mi piace
5
0
In Toscana 31 morti in 10 mesi per il batterio New Delhi. Ecco i sintomi

Sembrerebbe essere una sorta di mini-epidemia quella che si è verificata in Toscana nell’ultimo anno. Più precisamente, tra il mese di novembre del 2018 e quello di agosto del 2019, sono stati registrati ben 31 decessi solamente in Toscana a causa del batterio New Delhi. Oltre ai morti, ci sarebbe anche da segnalare il fatto che i ricoverati a causa di quella malattia sono stati più di 700

Al momento, però, non si hanno dimostrazioni concrete del collegamento tra i decessi e il batterio New Delhi come causa diretta: potrebbe anche essere che l’infezione sia stata una delle cause, ma non la diretta responsabile. La notizia è stata diffusa dall’agenzia regionale di sanità.

Batterio New Delhi: le cause e i sintomi

In questi ultimi 10 mesi, il 40% dei casi isolati sono stati letali. Si tratta di percentuali e numeri che sono tipici di quei batteri che sopravvivono anche agli antibiotici. Gli esperti affermano che: “L’Ndm rappresenta un nuovo meccanismo di antibiotico-resistenza, sviluppato da batteri normalmente presenti nella flora intestinale umana che possono diventare virulenti in seguito all’esposizione prolungata a determinati antibiotici. La capacità di resistere agli antibiotici rende pertanto pericolosi questi batteri, soprattutto in pazienti fragili, già colpiti da gravi patologie o immunodepressi“.

È stata anche stabilita una vera e propria mappatura di tutti i casi in cui il batterio New Delhi è stato isolato. Agli Spedali Riuniti di Livorno ne sono stati isolati 9, a quello di Versilia 8, al presidio di riabilitazione cardiologico di Volterra 6, all’ospedale delle Apuane 4, al Lotti 3, a quello Civile di Cecina 3, al San Luca di Lucca 2.

Il batterio di New Delhi presenta un tasso di mortalità del 70% e si diffonde a causa della scarsa igiene. Anche un uso improprio ed esagerato degli antibiotici può causare la patologia di New Delhi. Infatti, si tratta di batteri che normalmente sono presenti nel corpo umano. Il vero problema, però, è che i sintomi sono identici a quelli di una comune influenza o infezione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Non penso che il problema vero e proprio, in Italia, sia la scarsa igiene. Quello si verifica in paesi tipo l'India, dalla quale appunto proviene il nome New Delhi: sicuramente, un utilizzo sconsiderato dell'antibiotico può effettivamente provocare l'insorgenza di quella tremenda malattia. Essere resistente agli antibiotici è letteralmente un problema per trovare la cura.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!